Montelparo, a settembre arriva “Marchestorie”!

Condividi questo articolo sui social o stampalo

 

di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – Il 2, 3 e 4 settembre anche a Montelparo arriverà il festival “Marchestorie” promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche con la direzione artistica di Pino Insegno e Paolo Notari. L’Amministrazione Comunale di Montelparo, infatti, e l’Associazione Culturale “Il Murello”, in sinergia con le Associazioni locali, hanno partecipato al bando regionale e sono riuscite a portare “Marchestorie” anche nel nostro borgo!

Raccontare le Marche attraverso i suoi borghi, i suoi sapori, la sua vicenda millenaria, ma soprattutto le sue storie, coinvolgendo tutto il territorio marchigiano, dal mare alle montagne; …. conoscere antichi abitati arroccati, fortezze medievali, città meravigliose e chiese dal fascino misterioso.… Tra le pieghe secolari del territorio marchigiano si adagiano infatti narrazioni e tradizioni, miti e leggende…. aspetti devozionali e credenze popolari. Vicende, luoghi e personaggi del passato lontano o della storia recente… . L’intento è quello di ‘guidare’ le persone verso una maggiore conoscenza e consapevolezza del territorio attraverso la grande eredità della tradizione, non ultima quella della tradizione orale, parte del patrimonio culturale regionale, alla riscoperta dell’immaginario collettivo marchigiano. Marchestorie, alla cui partecipazione sono chiamati i Comuni, è così aperta a ogni realtà pubblica e privata, oltre che a tutte quelle realtà associazionistiche e professionali in grado di offrire forme diverse di intrattenimento con le quali valorizzare molteplici aspetti della vita e della storia dei Borghi, con visite guidate, mostre, esposizioni, dimostrazioni, ricostruzioni in costume, degustazioni e offerte di prodotti tipici, tanto in ambito enogastronomico che in quello artigianale, assieme all’insostituibile tradizione immateriale del racconto, vero cuore della manifestazione”. Così la Regione Marche presenta, in sintesi, l’iniziativa.

Varie saranno le manifestazioni organizzate nel nostro borgo.
Per tre serate di seguito, il 2, 3 e 4 settembre, alle ore 21:00, andrà in scena, nella riaperta chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, “Il Cardinal Montelparo: un marchigiano nella Roma di Sisto Quinto”, una commedia drammatico/storica scritta dal montelparese Filippo Cruciani (dal libro omonimo) che tratta del periodo storico Sistino, quando il Cardinale Gregorio Petrocchini, vissuto a cavallo tra il XVI e il primo decennio del XVII secolo, era il Camerlengo del Papa Montaltese/Grottammarese. Essa intreccia la realtà del periodo con la finzione drammaturgica, e, attraverso i dialoghi che intercorrono con gli altri personaggi, fa emergere i tratti di un uomo mite e semplice, ma allo stesso tempo dotato di eccezionale diplomazia. Le musiche, che sottolineeranno i vari passaggi della messa in scena, sono il prezioso prodotto di un altro artista montelparese, Luca Lupi. Il testo teatrale, il cui adattamento scenico è stato curato per l’occasione da Francesca Mariucci, sarà portato in scena, per la regia di Gabriele Felici, dalla Compagnia Teatrale/Associazione Culturale “Il Murello” di Montelparo con la collaborazione della Compagnia “Del Buio” di Fermo. In Palcoscenico saliranno: Alessandro Giambattista Giorgetti (nei panni de “Il Cardinal Montelparo”), Gabriele Felici (nei panni di “Sisto Quinto”), Corinna Urbani (nei panni di “Pippa”), Giammarco Tempestilli (nei panni di “Guercetto”) e Giuseppe Mariucci (nei panni del contadino di Montelparo “Jacumi’ de Frichetto’”). Un particolare ringraziamento va al Priore don Giorgio Carini che ha reso possibile l’utilizzo della Chiesa di San Michele Arcangelo per l’evento, ma anche per le prove fin qui effettuate.

Le altre manifestazioni programmate per la tre giorni di “Marchestorie” sono:

L’altra Resistenza: Incontro di approfondimento con il Cav. Prof. Rossano Corradetti – Gli Internati Militari Italiani “Da mio padre Mario ai prigionieri di guerra montelparesi in Germania dopo l’08 Settembre 1943”. (Partner l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci).

“Poesie di un montelparese” di Innocenzo Ascenzi a cura dell’Associazione Culturale “Il Murello”.

Un cantastorie di paese (partner l’Associazione Culturale “G. Petrocchini”): musica dolce e nostalgica. Il Cantastorie Loris Ferretti ha messo insieme, musicando, tantissime composizioni in dialetto di poeti montelparesi.

Disegnando il Cardinal Montelparo (Partner: Associazione Culturale “Hands”): nelle ore pomeridiane saranno previsti laboratori creativi didattici, a cura dell’Azienda Agricola “Agrilù” di Moresco, con prodotti agricoli e laboratori di pittura naturale per tutti i bambini nell’atmosfera dell’epoca.

Esposizione di prodotti tipici locali – Passeggiate per il borgo – Aperitivi (Partner: Associazione Giovanile di Volontariato “Il Chiostro”): esposizione di prodotti enogastronomici tipici locali quali vino, marmellate, succhi di frutta, frutta e ortaggi di stagione. Questa sarà una vetrina per tutte le produzioni locali di eccellenza del territorio caratterizzato da prodotti di grande qualità. Ristoranti, pizzerie e Bar aperti che proporranno un piatto tipico locale o a tema. Passeggiata con guida per il paese di Montelparo. Partenza da Largo Marconi con visita alla Chiesa S. Pietro e Chiesa San Michele Arcangelo e Cripta, Porta del Sole e Torre Civica.

13° Festival internazionale di tamburi a cornice (Partner: Associazione Frame Drums Italia): Spettacolo proposto per promuovere la cultura e l’arte dei tamburi e riprodurre musiche dell’epoca del Cardinal Montelparo. Saranno presenti: Arezoo Rezvani, Paolo Rossetti, Alessandro Darsinos e Livia Giaffreda.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *