50 ore di preghiera per 50 anni di vita: la lode vivente della parrocchia Sacra Famiglia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tra le iniziative per la celebrazione dei cinquant’anni dalla costruzione della parrocchia Sacra Famiglia, il parroco don Francesco Ciabattoni con il consiglio Pastorale Parrocchiale, ha proposto 50 ore di preghiera per 50 anni di vita della comunità, coinvolgendo oltre 50 famiglie: un’ ora al giorno, per ciascuna famiglia, da dedicare alla preghiera tra il 9 aprile e il 31 maggio.

Il viaggio della presenza della Santa Famiglia di Nazareth a Ragnola parte nell’anno della fondazione della chiesa, nel 1967 e continua fino ad oggi. L’icona della Sacra Famiglia è passata di casa in casa per 50 lunghi giorni, simboleggiando proprio i 50 anni di presenta fattiva e concreta nel quartiere e nella vita di colore che ci vivono.

Le famiglie, in alcuni casi con amici, che si sono ritrovate davanti all’icona della Sacra Famiglia nella propria casa, hanno aderito a questa iniziativa per ringraziare Dio di aver dato la Chiesa, la parrocchia, la comunità.

Domenica 8 aprile 2018 don Francesco ha consegnato ufficialmente l’icona alla prima famiglia. Ogni giorno, fino al 31 maggio, l’icona è stata custodita nelle case, passando da famiglia in famiglia. Il Parroco ha impartito benedizione e mandato, consegnando alle famiglie, come segno di unità, un unico schema di lode: tutte le famiglie, in completa autonomia, hanno rivolto a Dio la stessa preghiera e contemporaneamente sono state accompagnate dalla preghiera delle altre famiglie della comunità durante la recita del Rosario.

Insieme con l’icona, è stato consegnato anche un libro dalle pagine bianche, che al termine della staffetta di preghiera è divenuto una summa di invocazioni. Il libro, su cui è riportata l’immagine della Sacra Famiglia ed un brano scelto del Vangelo, è stato aperto davanti all’icona presso ogni casa. Ciascuna famiglia ha scritto un’intenzione di preghiera, riflessione, brano della Bibbia. I bambini hanno rappresentato a loro modo la vita della comunità. Il libro delle preghiere è stato poi portato in processione il 30 maggio, ed affidato al Parroco per la conclusione delle 50 ore.

Le famiglie della parrocchia sono oltre 1450 e quelle che hanno aderito alle  50 ore di preghiera per 50 anni di vita più di 50. Queste famiglie hanno sicuramente invitato altre persone a pregare, contando almeno 500 persone. Il desiderio di pregare in famiglia ha contagiato anche chi, all’origine, riteneva fosse troppo complicato senza la guida spirituale del sacerdote. L’esperienza invece è stata molto intima, partecipata e condivisa, al punto tale che in autunno la staffetta di preghiera riprenderà, coinvolgendo anche nuovi nuclei familiari.

Conclude don Francesco: “Son passati 50 anni dalla prima pietra posta con entusiasmo sul territorio di Ragnola, con lo sguardo generoso alle future generazioni. Noi siamo l’ultima di questo cammino. Ciò che abbiamo è frutto dell’opera di fede, preghiere, sacrifici, offerte, dei tanti fedeli che hanno contribuito in questi 50 anni, ma è anche grazie ai parroci e religiosi che si sono succeduti guidando la comunità. Per questo motivo ci troviamo qui, per innalzare un muro di lode al Signore e ricordare con animo grato questi dieci lustri. Ora, nasca nel nostro cuore il desiderio di continuare quest’opera divina, pensando anche noi alle prossime generazioni. Vi ringrazio, e vi dico subito che è stata una benedizione per le vostre famiglie. L’icona benedetta della Sacra Famiglia, con Gesù, Giuseppe e Maria non entra in casa senza portare dei frutti. Preghiamo la Sacra Famiglia perché rafforzi la comunione, aumenti la generosità e la fede dei parrocchiani di questa bella comunità. La nostra vita come cristiani deve essere lode. Noi siamo una lode vivente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *