L’incontro di primavera del Gruppo Scout Monteprandone 1

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Gruppo Scout Monteprandone 1

MONTEPRANDONE – Jess, Leslie e il loro “ponte per Terabithia” sono stati i protagonisti delle due giornate vissute da circa 300 tra lupetti e coccinelle della zona picena sabato e domenica 2 e 3 aprile presso la parrocchia Regina Pacis di Centobuchi.

Dopo il grande cerchio iniziale nel parcheggio della chiesa, i bambini hanno formato quattro sottogruppi e con il loro caratteristico entusiasmo hanno subito occupato aule e saloni parrocchiali, la scuola elementare e il palazzetto dello sport del paese. I passanti incuriositi hanno visto sfilare sotto i loro occhi lunghe file di bambini guidate da alberi, fiori, farfalle, rane e formiche che si dirigevano nelle varie strutture.

Guidati da questi personaggi fantastici i lupetti e le coccinelle si sono dedicati a laboratori manuali e di animazione dando prova della loro creativa fantasia fino all’ora di cena.

Alle 21 è iniziato il “fuoco serale”, momento in cui ciascun gruppo di bambini ha presentato l’attività preparata nel laboratorio pomeridiano. Il tutto è stato arricchito da danze, giochi e balli che per una sera hanno sostituito la tv facendo gustare loro la bellezza dello stare insieme gioiosi e tranquilli, nella semplicità…rendendoli attori e protagonisti della loro serata, non spettatori passivi come la televisione li obbliga a fare!

Arrivate le 23, dopo il trambusto per sistemarsi coi sacchi a pelo, il canto  adagio dei capi li ha accompagnati a prender sonno, che si sà tardava ad arrivare tant’era l’euforia nel dormire fuori casa con un vicino di sacco a pelo appena conosciuto.

Alle 7 di domenica il canto vivace dei capi ha dato loro la sveglia. Subito il grande zaino fatto, l’uniforme indossata, il sacchetto della colazione in mano e la curiosità nei loro occhi per ciò che li aspettava in quella nuova giornata di avventure e giochi. Durante la colazione, consumata per “branchi di provenienza”, i bambini erano più intenti a raccontarsi le esperienze fatte nel pomeriggio precedente che a mangiare!!!

Alle 9 tutti allo scout park per la s.messa celebrata dall’assistente ecclesiastico di zona padre Nazzareno (meglio conosciuto da tutti come padre zé) che è riuscito a coinvolgere i lupetti e le coccinelle dialogando con loro e facendosi scappare anche qualche battuta!!

Subito dopo la messa, lo scout park si è rivestito di colori, grida, canti e giochi con ben ventiquattro postazioni dove veniva chiesto ai bambini di superare alcune loro difficoltà e paure.

Verso mezzogiorno ognuno ha bruciato un foglietto con su scritta una difficoltà dello stare insieme e ha oltrepassato un ponte posto tra due muri di scatole; su ognuna di esse i bambini avevano scritto durante il gioco una parola chiave: rispetto, fidarsi, saper ascoltare, aiutare, dialogo….  Queste parole rappresentano ciò che credono essere fondamentale oggi per “lasciare il mondo un pò migliore di come lo hanno trovato” (come ci raccomandava di fare il nostro fondatore Baden Powell).

Sono stati momenti indimenticabili che resteranno nel cuore di capi e bambini…e per questo un grazie particolare va a don Pierluigi per aver accolto con gioia la proposta di ospitare l’evento nella sua parrocchia, al comune di Monteprandone per le strutture messe a disposizione gratuitamente e a quanti hanno dedicato il loro tempo per la riuscita di questo “incontro di primavera” (è cosi che lo chiamiamo noi scout), quest’anno reso ancor piu bello da uno storico traguardo: il mondo dei lupetti compie 100 anni…..quale miglior posto per festeggiarli se non 100buchi??

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *