Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano, Vatican News

“E’ intollerabile” che nei territori di guerra siano violati “ogni giorno diritti umani fondamentali!”.

Nella Giornata Mondiale del Malato, Papa Francesco alza la voce, dopo la preghiera dell’Angelus, a difesa delle “tante persone, oggi, alle quali è negato il diritto alle cure, e dunque il diritto alla vita! Penso a quanti vivono in povertà estrema” e a chi purtroppo sta sotto le bombe dei conflitti in corso. E  chiede di pregare “per la martoriata Ucraina, per la Palestina”, per il Myanmar, “e per tutti i popoli martoriati dalla guerra”. Ricorda che l’odierna Giornata, nella memoria della Beata Vergine di Lourdes, quest’anno richiama l’attenzione sull’importanza delle relazioni nella malattia.

La prima cosa di cui abbiamo bisogno quando siamo malati è la vicinanza delle persone care, degli operatori sanitari e, nel cuore, la vicinanza di Dio. Siamo tutti chiamati a farci prossimo a chi soffre, a visitare i malati, come ci insegna Gesù nel Vangelo. Per questo oggi voglio esprimere a tutte le persone ammalate o più fragili la mia vicinanza e quella di tutta la Chiesa. Non dimentichiamo lo stile di Dio: vicinanza, compassione, e tenerezza.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *