GROTTAMMARE – Per la “Rubrica libri” oggi vi presentiamo: “Ortolino alla scoperta della piramide alimentare”, scritto dalla biologa nutrizionista, dottoressa Silvia Pagliarini con illustrazioni a cura di Cristian Crescenzi.

Dottoressa come nasce l’idea di questo libro?
Educare in maniera divertente e insolita, ma soprattutto nuova, per migliorare l’alimentazione delle nuove generazioni e valorizzare concetti importanti come l’agricoltura sostenibile, il valore dell’agro-biodiversità per garantire una vita sana, e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

Lei attraverso queste pagine si rivolge non solo ai genitori, ma anche ai bambini.
Lo scopo è quello di suscitare non solo nei grandi, ma soprattutto nei bambini, il desiderio di conoscere come degli esploratori l’importanza della piramide alimentare e della dieta Mediterranea, attraverso semplici illustrazioni, versi in rima e brevi filastrocche da leggere insieme.

Lei attraverso varie iniziative intende promuovere una corretta alimentazione al fine di educare i bambini e i ragazzi ad uno stile di vita sano.
È necessario aumentare il livello di informazione e consapevolezza sulla corretta alimentazione, sia tra la popolazione infantile che tra quella adulta, considerando i dati sempre più allarmanti “Un bimbo italiano su tre è in sovrappeso”, attraverso una comunicazione nuova, più leggera e dinamica. I bambini e i ragazzi possono così imparare e apprezzare diverse prospettive e visioni del mondo per comprendere meglio ciò che li circonda e sviluppare le proprie conoscenze su una vasta gamma di argomenti. Questo è possibile attraverso incontri aperti alla famiglie in centri pedagogici, centri ludico-ricreativi, centri sportivi, all’aria aperta nelle aziende agricole detentrici del nostro patrimonio agroalimentare.

Quali sono gli errori più comuni che si possono commettere fin dalla tenere età?
Gli errori più comuni generalmente sono l’eccessiva assunzione di zuccheri raffinati, cibo industriale ed eccessivamente processati, poca attenzione agli interferenti endocrini, ma soprattutto poco movimento. I bambini oggi si muovono sempre meno. L’attività fisica è alla base della piramide alimentare proprio a significare l’importanza che ricopre per il benessere psicofisico dei bambini.

Questo suo libro rientra nell’ambito del più ampio progetto educativo, del quale è ideatrice e promotrice “Food4education- Educare alla salute, nutrizione in età evolutiva”.
Progetto nato nel 2022 e premiato come miglior lavoro strategico in ambito di innovazione nella comunicazione scientifica dell’educazione alimentare. Comunicare l’innovazione, la scienza o la ricerca richiede grande responsabilità, in particolare se il pubblico rappresenta gli adulti del futuro. Per comunicare efficacemente con questa generazione, è necessario immergersi in un contesto nuovo, che ha come fondamenta una comunicazione più dinamica, personale e che non ha paura di mettersi in gioco per creare un rapporto di fiducia con chi riceve il nostro messaggio.

Titolare dello Studio di Nutrizione & Sport “BenEssere in Movimento” di Grottammare, con il suo progetto “La dieta chetogenica nel trattamento del lipedema” ha ricevuto il premio come miglior lavoro scientifico al Congresso Spazio Nutrizione di Milano. Ci può raccontare questa sua esperienza?
Questo premio mi ha reso molto orgogliosa per tutto il lavoro svolto fino ad ora, sono diversi anni che mi occupo del Benessere donna e in particolare delle donne affette da lipedema. E’ per me un nuovo punto di partenza seguito dalla pubblicazione del mio nuovo libro “Io e i lipedema. L’importante è amarsi”. Il lipedema è una malattia purtroppo troppo spesso non diagnosticata o erroneamente diagnosticata come semplice obesità, ma dietro c’è molto di più, ci sono donne, mamme, amiche che ogni giorno si impegnano per stare bene e amarsi.

Silvia Pagliarini

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *