Monteprandone ha la sua isola ecologica Smart

Condividi questo articolo sui social o stampalo

MONTEPRANDONE – E’ attiva in via Miramare la nuova isola ecologica Smart di Monteprandone. Comune e PicenAmbiente hanno individuato in via sperimentale questa innovativa modalità di conferimento dei rifiuti urbani per tutte le utenze domestiche e non domestiche. Il nuovo sistema integra la raccolta differenziata PAP 2.0 con mastelli e permetterà di mantenere alto il livello di raccolta differenziata.

L’EcoIsola è Smart, ovvero completamente informatizzata e automatizzata. Per conferire è necessario identificarsi come utente TARI utilizzando la tessera sanitaria o la “Green card” rilasciata da PicenAmbiente alla consegna dei mastelli. Il sistema riconoscerà l’utente e consentirà l’apertura delle singole bocchette dove gettare i rifiuti.

Il dispositivo è in grado di ricevere separatamente alcune tipologie di rifiuto – carta e cartone, plastica e lattine, indifferenziato secco non riciclabile –  ed è attivo 24 ore al giorno.

Grazie al sistema smart di cui è dotato, sarà possibile tracciare la quantità e la tipologia di rifiuti conferiti, aprendo alla sperimentazione di un nuovo sistema di raccolta dei rifiuti nella quale il singolo utente sarà a conoscenza della quantità di rifiuti che produce e, di conseguenza, del suo impatto ambientale.

“Questo sistema ha due obiettivi da un lato integrare la modalità di conferimento rifiuti del porta a porta 2.0 avviato da tempo con i mastelli familiari – spiega l’assessore alla gestione dei rifiuti e al decoro urbano Fernando Gabrielli – dall’altro consentire, in via sperimentale, la tracciatura e la contabilizzazione a carico di ogni utente TARI di tutti i conferimenti di rifiuti effettuati: elemento indispensabile della sperimentazione tecnica necessaria ad arrivare a una tariffazione puntuale degli utenti, proporzionata cioè ai volumi dei rifiuti conferiti”.

“Con un investimento di 13.290 euro, 10.000 euro di fondi regionali assegnati dall’ATA Rifiuti di Ascoli Piceno e 3.290 d fondi comunali, abbiamo installato la prima isola ecologica, una struttura green in quanto energeticamente autosufficiente, essendo alimentata da pannelli fotovoltaici – spiega il sindaco Sergio Loggi – con l’isola ecologica vogliamo rispondere a specifiche esigenze di alcuni utenti che hanno difficoltà a conferire i propri rifiuti secondo le modalità ordinarie per valide ragioni quali, ad esempio, famiglie che per lavoro o altre necessità si assentano per diversi giorni senza avere la possibilità di rispettare il calendario settimanale o proprietari di seconde case. Ma il sistema di conferimento è a disposizione di tutti i cittadini. Ci auguriamo che si possa così migliorare il metodo di raccolta differenziata e ricordiamo che è assolutamente vietato abbandonare all’esterno dell’isola ecologica qualsiasi rifiuto: i trasgressori saranno sanzionati ai sensi delle normative vigenti”.

Per conoscere le modalità di utilizzo dell’isola ecologica si può consultare la pagina dedicata del sito del Comune www.comune.monteprandone.ap.it/aree-tematiche/rifiuti-e-raccolta-differenziata/ oppure rivolgersi all’Ecosportello di PicenAmbiente aperto ogni venerdì dalle 10 alle 13, presso la Delegazione comunale di Centobuchi, telefono 0735710822.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *