Grottammare, in Consiglio il 70° della Costituzione e dei Diritti umani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – L’ultimo consiglio comunale del 2018 si è concluso con l’approvazione all’unanimità di tutti i punti all’ordine del giorno.
La seduta si è svolta nel tardo pomeriggio di giovedì 27 dicembre, aperta dal presidente del consiglio comunale Stefano Troli con il ricordo dei 70 anni della Costituzione della Repubblica italiana (1 gennaio 1948) e della Dichiarazione universale dei Diritti umani (10 dicembre 1948).

Un duplice anniversario che caratterizza l’anno in chiusura e al quale l’amministrazione comunale ha voluto rendere omaggio coinvolgendo  i bambini delle scuole cittadine:  in prossimità delle vacanze di fine anno, infatti, il sindaco Piergallini e presidente del Consiglio comunale Troli hanno consegnato a tutti gli scolari una piccola pubblicazione che riporta  il testo integrale della Dichiarazione universale e la prima parte della Carta costituzionale italiana, recante i principi fondamentali.

I lavori dell’assise sono proseguiti con l’illustrazione e la votazione di tutti gli argomenti in programma, che prevedeva:

-la razionalizzazione delle società partecipate, quale obbligo annuale  previsto dal TUSP (d. lgs 175/2016), rispetto alla quale l’analisi riguardante il comune di Grottammare mette in evidenza 4 società a partecipazione diretta, di cui 1 in liquidazione, e 3 a partecipazione indiretta: Picenambiente spa, Ciip spa, Picenambiente srl (la cui cessione delle quote è stata perfezionata i primi del 2018 quindi non è esclusa dall’attuale analisi) e Riviera delle Palme S.C. a R.L. (in liquidazione); Picenambiente Energie spa, Picenambiente srl e Hidrowatt spa;

-la ratifica dei nuovo Collegio dei revisori dei conti, i cui componenti, nominati dalla Prefettura, sono i seguenti: Pasquale Morbidoni (presidente), Olga Maria Frenquelli, Carlo Mercanti;

-il cambio di destinazione d’uso, da turistico-ricettiva a residenziale, dell’immobile che fino agli anni ‘90 ospitava la Pensione Parco, sul Lungomare della Repubblica, e per il quale il richiedente ha offerto un contributo straordinario di 100.000 € (approvazione definitiva);

-il cambio di destinazione urbanistica da istruzione a tessuto prevalentemente residenziale, con la riduzione della volumetria da circa 15.000 metri cubi a 9.000 mc e  per il quale il contributo straordinario del privato è di 250.000 € (adozione definitiva);

– l’accorpamento al demanio stradale comunale di 8 particelle di terreno di proprietà privata, site nelel vie N. Sauro, via Michelangelo e via Ischia I. In base alla legge nr. 448 del 23 dicembre 1998, la quale dispone l’intestazione della proprietà all’ente dopo 20 anni ininterrotti di uso pubblico, è previsto l’accorpamento in sede di revisione catastale, previo consenso dei privati.

La seduta può essere rivista integralmente accedendo all’archivio del canale “Comune di Grottammare” di YouTube, o direttamente al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=J4j7sqYJH9A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *