Don Gian Luca Rosati: “La cura”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Don Gian Luca Rosati, tratto dal blog Gioia e Pace

Una scopa, una paletta e un cartello che invita: «In questa casa a tutti il compito di far tutto».

Scelgo questi tre oggetti per descrivere lo spirito che potrebbe animare tutti noi che abitiamo questo mondo. Scopa e paletta sono strumenti semplici: per usarli non occorre un manuale di istruzioni, solo umiltà e tanta buona volontà.

Il cartello esprime una bellissima idea: essendo il mondo la nostra casa comune, a ciascuno il compito di prendersene cura.

E davvero quella scopa e quella paletta, diventano espressione della cura per l’ambiente in cui viviamo.

I tre oggetti si trovano nel giardino della nostra parrocchia e sono ben visibili a chi passa. Il giardino è molto grande e le persone che lo frequentano sono tante, a tutte le ore della giornata.

C’è sempre qualcosa da raccogliere o da pulire e, immancabilmente, c’è qualcuno che prende in mano scopa e paletta e si dà da fare.

È bello notare come questi strumenti passino di mano in mano.
Al mattino li vedi nelle mani del custode del giardino che raccoglie le foglie cadute dagli alberi, dopo pranzo li trovi nelle mani dei volontari che mettono in ordine la mensa dopo la distribuzione dei pasti, nel pomeriggio sono nelle mani delle persone che frequentano il circolo ricreativo per gli anziani, la sera in quelle di qualche uomo di buona volontà che raccoglie tutto ciò che è stato “dimenticato” intorno al campo da calcio.

Così scopa e paletta diventano testimoni di una passione e di un’umiltà senza fine: «In questa casa a tutti il compito di far tutto».

Come sarebbe bello se, anche fuori dal nostro giardino, ciascuno sentisse come proprio compito quello di fare del suo meglio per il bene di tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *