Grottammare, un corso gratuito per scoprire Arduino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Un corso gratuito e senza limiti d’età per conoscere il mondo digitale e tutte le sue sfaccettature. Nella mattinata del 1 marzo la Sala di rappresentanza del Municipio ha ospitato la presentazione del corso dedicato all’uso della piattaforma Arduino.

Il corso avrà luogo lunedì 5 marzo dalle ore 21 alle 22.30 al centro ricreativo stile libero in via del mercato a Grottammare.  L’attività formativa, gratuita e sotto l’egida dell’associazione Officine Digitali Marchigiane, da un anno sulla scena associativa grottammarese, mira alla costruzione degli oggetti elettronici in grado di interagire con gli esseri umani usando proprio i microcontrollori, che vengono programmati dagli essere umani.

Nella presentazione avvenuta stamane in sala consiliare, sono intervenuti il Sindaco Enrico Piergallini, l’Assessore alle attività produttive Lorenzo Rossi e in seno all’associazione, Antonio Piergallini e l’Ingegner Luigi Ferrari, quest’ultimo docente del corso.

Il Sindaco Piergallini ha enunciato le due caratteristiche principali dell’associazione Officine Digitali Marchignane: la capacità di fare aggregazione sociale attraverso le nuove tecnologie e l’ intraprendenza.

L’assessore Rossi si è soffermato da una parte, sullo spirito volontaristico dell’associazione, persone che dedicano il loro tempo libero aiutando il prossimo; dall’altra sull’utilizzo dei locali del Dep Art nei pressi della stazione, che fungeranno da base per quest’associazione nata 12 mesi or sono.

“L’obiettivo e di fare nuovi soci e di lavorare con persone che hanno la volontà di mettersi in gioco”, queste le parole di Antonio Piergallini, il quale ha fatto riferimento alla missione delle Officine Digitali Marchigiane: realizzare ricerche e progetti con un forte approccio innovativo, creando prodotti per avvicinare la nostra società a un futuro più semplice e divertente.

Il corso, che si terrà lunedì dalle 21 alle 22.3o, sarà tenuto dall’Ingegner Luigi Ferrari, ex dipendente di una multinazionale del campo degli strumenti musicali e consulente sviluppo software/hardware per sistemi a microprocessore. Ferrari ha spiegato ai presenti gli aspetti tecnici della piattaforma Arduino, nata ad Ivrea dal nome di un bar locale e del Re d’Italia marchese della città eporediese vissuto nel XI secolo. Una piattaforma hardware composta da una serie di schede elettroniche dotate di un microcontrollore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *