Papa: “Rendiamo la società libera da condizionamenti della malavita”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Un incoraggiamento alla “comunità cristiana e civile a impegnarsi sempre di più nella costruzione di una società giusta, libera dai condizionamenti malavitosi e pacifica, dove le persone oneste e il bene comune siano tutelati dagli organi competenti”.

È il messaggio inviato da Papa Francesco il 18 marzo attraverso il cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin, ai familiari delle vittime di mafia riuniti in questi giorni a Locri per la Giornata della Memoria e dell’Impegno, che sarà celebrata il 21 marzo, promossa da Libera con il sostegno della Conferenza episcopale calabra. Il testo è stato letto da mons. Nunzio Galantino, segretario della Conferenza episcopale italiana, e pubblicato sulla Radio Vaticana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *