Giubileo: incontro mondiale diaconi permanenti, “immagine della misericordia per la nuova evangelizzazione”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Diaconi“Un’occasione preziosa per riflettere, pregare e confrontarsi sul ruolo e sul ministero che svolgono nella Chiesa e attraverso di esso manifestare al mondo che ‘la misericordia è il fondamento stesso della vita della Chiesa’”, come si legge nella “Misericordiae vultus” di Papa Francesco. È spiegato in questa chiave il senso dell’incontro mondiale dei diaconi permanenti, che si svolge da oggi a domenica 29 maggio a Roma. La speciale ricorrenza dei 50 anni della re-istituzione del diaconato permanente, avvenuta nel Concilio Vaticano II “è occasione di riproporre l’importanza che questo ministero compie al servizio della liturgia e della carità”. Il Giubileo dei diaconi si apre oggi alle ore 16 con un incontro sul tema “Il diacono, immagine della misericordia per la promozione della nuova evangelizzazione” e sarà realizzato in contemporanea in diverse chiese in modo da dare la possibilità a tutti di seguire la conferenza e il dibattito nella propria lingua. Tale suddivisione prevede gli italiani nella chiesa di S. Maria in Vallicella e nella basilica di Sant’Andrea della Valle, gli inglesi nella basilica di S. Giovanni Battista dei Fiorentini e nella basilica di S. Maria sopra Minerva dove verranno anche effettuare le traduzioni per i portoghesi e i tedeschi. Gli spagnoli saranno nella basilica di S. Marco Evangelista al Campidoglio.
Identica suddivisione linguistica verrà mantenuta nel pomeriggio del sabato, 28 maggio, quando è prevista la catechesi “Il diacono: chiamato a essere dispensatore della carità nella comunità cristiana”, nella mattinata invece, dalle 9 alle 14, è in programma il pellegrinaggio alla Porta santa di San Pietro. L’indomani mattina l’evento giubilare si concluderà con la messa con il Santo Padre alle 10.30 in piazza San Pietro. Inoltre nelle tre giornate ci sarà la possibilità di partecipare all’adorazione eucaristica e al sacramento della Riconciliazione nelle tre chiese giubilari (S. Salvatore in Lauro, S. Maria in Vallicella, S. Giovanni Battista dei Fiorentini), e tutti i diaconi saranno invitati a svolgere il loro personale pellegrinaggio alle chiese dedicate a San Lorenzo Martire, primo diacono (San Lorenzo in Piscibus, basilica di San Lorenzo in Damaso, San Lorenzo in Lucina, San Lorenzo in Miranda, San Lorenzo in Fonte, San Lorenzo in Panisperna e la basilica di San Lorenzo fuori le mura).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *