Grottammare, chiude una “Settimana d’Inferno”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ColangeliGROTTAMMARE – Questa sera – sabato 21– appuntamento conclusivo della “Settimana d’Inferno”: l’attore Giorgio Colangeli reciterà i versi finali  della prima cantica della Divina Commedia (canti XXXI-XXXIV).

Termina dunque la “maratona” dantesca organizzata dall’Assessorato alla Formazione e ai Talenti con la partecipazione del noto attore romano, il quale, sera dopo sera, da lunedì scorso recita a memoria l’Inferno, guidando un pubblico tenace e appassionato, composto anche da molti giovani, alla scoperta dell’intera prima cantica della Divina Commedia.

La “Settimana d’inferno” è il primo ciclo di un progetto teatrale triennale dedicato alla Divina Commedia, coordinato da Lucilio Santoni. L’assessorato alla Formazione e ai Talenti tornerà a proporre nel 2016 l’integrale della seconda cantica, ne la “Settimana di Purgatorio”, e nel 2017, la terza per una “Settimana di Paradiso”.

L’iniziativa è organizzata con il contributo della Provincia di Ascoli Piceno. Partner del progetto l’artista Francesco Colella, che con l’opera “Inferno” ha fornito l’immagine del materiale promozionale, e l’associazione Paese Alto.

Giorgio Colangeli Biografia:
Dopo aver conseguito una laurea in Fisica Nucleare, Giorgio Colangeli si appassiona al teatro nel 1974 organizzando laboratori nelle scuole. Comincia la sua lunga carriera cinematografica con il film su Pasolini, Un delitto italiano (1995) di Marco Tullio Giordana. Con La cena (1998), regia di Ettore Scola, vince il “Nastro d’Argento”, poi con L’aria salata (2006), regia di Alessandro Angelini, vince il “David di Donatello 2007”, come miglior attore non protagonista. Dopo una serie di fiction televisive che rendono noto il suo volto, interpreta Salvo Lima nel film Il divo di Paolo Sorrentino. Nel 2014 prende parte alla miniserie televisiva Non è mai troppo tardi,  interpretando il direttore del carcere minorile dove insegnò l’allora giovane maestro Alberto Manzi e diventa uno dei più noti protagonisti della fiction della Rai Braccialetti Rossi. È reduce dall’ultima Mostra del cinema di Venezia con il film L’attesa interpretato accanto a Juliette Binoche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *