Padre Gabriele ci racconta la 38ª Convocazione Nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Rns RomaPadre Gabriele Di Nicolò

DIOCESI – È stata davvero una bella esperienza di comunione ecclesiale quella vissuta a Roma il 3 e 4 luglio insieme ad un numeroso gruppo di fratelli e sorelle della nostra Diocesi e un gruppetto anche della Diocesi di Ascoli (circa un centinaio di persone), più qualcun altro che è venuto con mezzi propri.

Papa Francesco aveva dato appuntamento al Rinnovamento nello Spirito Santo d’Italia in Piazza S. Pietro per il pomeriggio del 3 luglio. La Piazza già da prima delle ore 15,00 ha cominciato a riempirsi ed è diventata gremita di fratelli e sorelle, nonostante il sole cocente e la temperatura molto alta. Prima dell’arrivo del papa (intorno alle ore 18,00), vi è stato un momento di accoglienza festoso, con canti e audio- testimonianze di alcuni personaggi particolarmente significativi nella storia del movimento (basti citare P. Matteo La Grua e il card. Suenens).

L’incontro con papa Francesco è stato poi preceduto da un forte momento di preghiera ecumenica, con la presenza di rappresentanti (pastori e leader) di varie chiese e confessioni cristiane, con espressioni di preghiera intervallate da canti proposti da grandi rappresentanti di musica religiosa, come Andrea Bocelli, Noa, don Moen ecc. In particolare si è voluto intercedere fortemente per i cristiani perseguitati in ogni parte del mondo e perché tutti i credenti in cristo possiamo offrire in questa umanità una testimonianza di unità, di comunione specialmente evangelizzando e annunciando l’unico nome di Gesù, il salvatore.

All’arrivo del papa, con grande sorpresa, dopo tanto sole, è iniziato a piovere ed è apparso anche l’arcobaleno sullo sfondo di via della Conciliazione: segni che molti hanno voluto vedere non solo in senso naturale, ma anche spirituale. Papa Francesco, dopo aver ascoltato attentamente alcune belle testimonianze di persone che hanno trovato nell’esperienza del Rinnovamento nello Spirito la grazia di una vita completamente resa nuova e la forza per seguire Gesù e testimoniarlo nel mondo, con una vita significativa e gioiosa, ha offerto a tutto il movimento o “corrente spirituale” – come lui ama chiamarla – parole paterne di incoraggiamento ed anche di stimolo a vivere nella Chiesa questa esperienza con uno stile autentico di servizio umile, nella autentica comunione con i pastori, con un forte spirito di evangelizzazione, dicendoci con molta chiarezza che un movimento non esiste per se stesso, ma per evangelizzare nella Chiesa e con la Chiesa. Il papa, alla fine, dopo aver salutato cordialmente i cardinali, i vescovi e i rappresentanti religiosi presenti, oltre che i rappresentanti del movimento stesso, si è congedato passando attraverso l’assemblea.

Sabato 4 poi, allo stadio Olimpico, abbiamo vissuto una altro forte momento spirituale di evangelizzazione. Si era in circa 30.000 persone provenienti da tutta Italia e anche da altrove (come del resto il giorno precedente), occupando più di un terzo dello stadio. L’incontro, durato quasi tutta la giornata, è stato caratterizzato da un forte spirito di unità e comunione, dalla ricchezza di catechesi e insegnamenti – come quello di P. Ermes Ronchi (dei Servi di Maria) e di Josè H. Prado Flores (fondatore di una scuola di evangelizzazione in Messico) e altri. Molto intenso è stato il momento di adorazione eucaristica all’interno del quale Salvatore Martinez, presidente nazionale del R.n.S., ha guidato una preghiera di guarigione e liberazione che ha toccato e aiutato sicuramente molti. La giornata si è conclusa con la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Card. Angelo Comastri, che, per essere stato Vescovo Prelato di Loreto nel cui territorio il movimento ha un importante centro di spiritualità, la “Casa famiglia di Nazareth”, è molto vicino al movimento stesso e ci ha edificati con le sue calde e profonde parole; durante la celebrazione stesso poi vi è stata occasione di ascoltare alcune significative testimonianze.

Al termine della Convocazione tutti abbiamo ripreso la strada di casa, stanchi e provati per il forte caldo sopportato, ma veramente felici per l’esperienza vissuta e carichi di entusiasmo e forza per continuare con fervore il cammino nelle nostre parrocchie e nella Diocesi ed essere portatori del Vangelo verso tutti con la forza dello Spirito.

Rns Roma

One thought on “Padre Gabriele ci racconta la 38ª Convocazione Nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo

  • 7 luglio 2015 at 13:57
    Permalink

    …non si riesce a concentrare la densita’..la profondita’…il Respiro…25ooo/30ooo persone ognuna col suo percorso di vita..eppure..affratellati in UN movimento..UNA corrente di Grazia..UN Rinnovamento incessante..continuo..gia’ passato..auspicio..in attesa gia’ del prossimo evento…si deve vivere..un Evento cosi personale ..ma condiviso ed amplificato con tantissimi provenienti da tutta Italia ..e non solo!!!..una scarica straordinaria di sensazioni..preghiere..emozioni..da pelle d’oca..e col caldo che c’era non e’ ..facile capire!!..la voglia e la determinazione di dire..di dare e ricevere..di sentirsi e vedersi UNITI…GRATI.. GIOIOSI…UN SEME CHE DARA’ FRUTTI..UN INVESTIMENTO CHE RENDERA’ …RICCHI..!!!. Posso solo essere grato profondamente e …lavorare con impegno X…

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *