Politiche giovanili, riaprono a Grottammare le attività dei centri per bambini e ragazzi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Riaprono, a partire da mercoledì 26 settembre, i centri di aggregazione comunale Stile Libero, L’isola che c’è e DepArt.  

I servizi offerti nelle ludoteche Stile Libero (via del Mercato/quartiere Centro) e L’isola che c’è (via Firenze/quartiere Ascolani) sono organizzati per fasce di età. Di conseguenza, i giorni e gli orari di apertura sono i seguenti:  
– 6-11 anni: lunedì e mercoledì, ore 16-19.30.
– 12-18 anni: martedì e giovedì, ore 16-19.30.

Entrambi i centri sono gestiti da personale comunale attivo da anni nel campo delle politiche giovanili. La frequentazione è aperta a tutti – bambini e famiglie – ed è totalmente gratuita. Le statistiche degli anni passati mostrano un’affluenza media di 40 bambini/ragazzi al giorno per entrambe le ludoteche.   Info: c.a.g.@libero.it – Stile Libero 0735.736668 – L’isola che c’è 0735.583784.

Il DepArt è il centro di aggregazione giovanile che si trova nel piazzale della stazione ferroviaria. E’ uno spazio dove ragazzi in età adolescenziale e oltre possono usufruire di accesso a internet gratuito, consultazione di riviste specializzate su arte e musica, partecipare a laboratori e proporre essi stessi l’organizzazione di eventi. Si propone anche come punto informativo e, grazie alla presenza di una sala prove insonorizzata, offre uno spazio per la realizzazione di attività audio/video, di supporto a giovani gruppi musicali. Sia la frequentazione che l’utilizzo della sala prove sono gratuiti.  Giorni e orari di apertura sono consultabili su Facebook oppure telefonicamente al nr. 334.6409791.

Intanto, l’ufficio Scuola ricorda alcune scadenze imminenti: l’iscrizione al servizio di Scuolabus che, come ogni anno, è iniziato contestualmente alle lezioni e il suo utilizzo va prenotato entro il 30 settembre, sia come servizio completo (a/r) che per una sola tratta (andata o ritorno); il costo è invariato e prevede tre tariffe differenziate per fasce di reddito  (rispettivamente, 36, 90, 180 e 36, 60, 120 €); sono previste deduzioni per i figli abbonati successivi al primo (50%, 75%, gratuito dal quarto figlio). 

Sempre all’ufficio Scuola vanno presentate le domande per la fornitura gratuita o semi-gratuita dei di libri di testo della scuola dell’obbligo e della scuola secondaria superiore. La Regione Marche, infatti, ha riattivato il bando per l’accesso ai fondi. Le domande scadono   il 1° ottobre. 

Info e iscrizioni: ufficio Scuola, I piano palazzo municipale 0735.739223.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *