GROTTAMMARE – Grottammare tra le città ospiti della Rise Against Hunger Italia: sabato 16 dicembre, nei locali del Centro sociale Ischia I (via D. Bruni, 2), a partire dalle 10.30 prenderà il via un coinvolgente evento di volontariato destinato al sostegno dei programmi di scolarizzazione nello Zimbawe.

È aperto il reclutamento di 50 volontari che dovranno dar vita a una catena di montaggio in cui verranno confezionati kit contenenti  5 semplici ingredienti – riso, soia, verdure disidratate, vitamine e sali minerali-  altamente nutrienti, in grado di soddisfare il fabbisogno di un bambino per un intero anno scolastico.

L’obiettivo è di confezionare insieme più di 10.000 pasti. Chi volesse partecipare a una emozionante esperienza di solidarietà, inclusiva, divertente ed aperta a tutti può iscriversi al seguente link: https://bit.ly/40WUkuV

L’adesione al programma è stata deliberata in una recente seduta della Giunta comunale: “Siamo molto felici di ospitare questa iniziativa nel nostro territorio – dichiarano l’assessore all’Inclusione sociale Monica Pomili e la consigliera all’Intercultura Martina Sciarroni -, in un periodo storico dove la solidarietà e la vicinanza verso il prossimo stanno diventando sempre più ostili, la nostra società ci sta portando sempre più ad essere individualisti. Attraverso questa esperienza, vogliamo dare un segnale, chiedendo alla cittadinanza di partecipare per mettere semplicemente a disposizione il proprio tempo: questo può cambiare la vita di qualcun altro, infatti insieme saremo in grado di fornire aiuto a chi in questo momento ha più bisogno, spesso non ci rendiamo conto che nelle nostre mani, nei nostri gesti è racchiuso un grande potere che si traduce in responsabilità sociale, il potere di scegliere di aiutare con azioni concrete”.

Rise Against Hunger è un’organizzazione internazionale no profit impegnata nella lotta contro la fame nel mondo attraverso la distribuzione di cibo e altri aiuti umanitari in favore delle popolazioni in grave stato di emergenza: “Quello che facciamo è proporre coinvolgenti esperienze di volontariato rivolte a tutti:  grandi e piccoli, genitori e figli, studenti, associazioni e imprenditori. Mentre si confezionano assieme i pasti si tocca con mano l’importanza dei gesti concreti per raggiungere l’obiettivo di porre fine alla fame nel mondo entro il 2030 (AGENDA ONU 2030).  I nostri eventi intendono poi avere un forte radicamento nel territorio:  in questo caso, ringraziamo il sindaco Alessandro Rocchi e l’assessore all’Inclusione sociale Monica Pomili per aver accolto con entusiasmo il nostro invito”, dichiara Barbara Sanavia responsabile Relazioni Esterne Rise Against Hunger Italia .

Parallelamente all’iniziativa di confezionamento, Rise Against Hunger Italia ha avviato anche una campagna di raccolta fondi specifica “Grottammare per i bambini in Africa”. Più dettagli al seguente link:  https://bit.ly/3uEDG7d

Tramite il codice di tracciamento che sarà fornito durante l’evento sarà possibile seguire i pacchi confezionati sul sito: www.riseagainsthunger.it/la-trahcciabilita/   fino alla loro consegna nelle scuole.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *