San Benedetto del Tronto, per la Giornata Mondiale sulla Disabilità il Convegno “Dopo di noi – Le persone al centro”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione della Giornata Mondiale sui Diritti delle Persone con Disabilità, si svolgerà domani, sabato 3 dicembre, dalle ore 9:15 alle ore 13:15, presso l’Auditorium Comunale Tebaldini di San Benedetto del Tronto, il convegno dal titolo “Dopo di noi – Le persone al centro”, organizzato dalla Fondazione Anffas Grottammare Ets con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto. L’incontro, che registrerà la presenza di ospiti illustri, sarà un’occasione importante per parlare del futuro dei ragazzi disabili, della loro vita da adulti e di come i loro genitori possano destinare dei beni a loro vantaggio, creando un patrimonio segregato, allo scopo di finanziare il progetto di vita deciso dai genitori per il proprio figlio. Il momento centrale del convegno sarà caratterizzato dalla testimonianza di quattro ragazzi disabili che parleranno della loro esperienza di coabitazione.

“Abbiamo organizzato questo convegno – dichiara Gabriella Ceneri, presidente della Fondazione Anffas Grottammare Ets – insieme all’Ambito Territoriale Sociale n.21 e con la collaborazione dell’Asur Area Vasta 5, per fare il punto sull’applicazione nel nostro territorio della L.112/2016 , quella che ha introdotto il ‘dopo di noi’, avendo constatato la sua valenza tra gli interventi legislativi volti a promuovere l’autonomia delle persone con disabilità. Abbiamo invitato a relazionare esperti e tecnici e abbiamo chiesto alle persone, che vivono ormai da anni questa esperienza di coabitazione con il contributo dei facilitatori della nostra realtà Anffas, di raccontare la loro quotidianità. Parleremo inoltre di inclusione sociale e lavorativa, presentando il laboratorio artistico di ceramiche della nostra Fondazione ed esponendo anche alcuni manufatti ispirati al tema natalizio.”

L’incontro, che sarà moderato dalla presidente Ceneri, inizierà alle ore 9:15 con il messaggio di benvenuto agli ospiti e agli uditori. Seguiranno anche i saluti di: Massimo Esposito,  direttore generale dell’Asur Area Vasta 5, Simona Marconi, coordinatore Ambito Territoriale Sociale 21, Andrea Sanguigni, assessore ai servizi sociali del comune di San Benedetto del Tronto, Cristina Baldoni, Consigliera del Comune di Grottammare, e Maria Lauri, presidente dell’associazione di famiglie Aps Anffas Grottammare.

Il primo intervento sarà di Emilio Rota, presidente della Fondazione Nazionale Anffas che parlerà del durante e del dopo di noi, del come e del perché il dopo di noi va agito nel durante e di quali siano le conseguenze positive di questa scelta. Alle ore 10:30 sarà la volta di Manuela Leonetti, psicologa Umea della Asl Marche Area Vasta 5, che tratterà della progettazione degli interventi per l’applicazione della legge 112/2016 sul ‘dopo di noi’.

Alle ore 11:00 ci sarà il fulcro dell’incontro con il momento chiamato appunto “Le persone al centro” che registrerà la partecipazione di Fabiola, Maik, Marco e Stefania, che testimonieranno la loro esperienza di vita e coabitazione nell’appartamento ubicato a Grottammare, in via Tirreno al civico 23, con il supporto dei loro facilitatori.

Alle ore 12:00 inizierà il dibattito sui temi del ‘dopo di noi’ e sull’inclusione lavorativa. Oltre agli interventi programmati di Antonio Franceschi, sociologo responsabile del progetto, e di Letizia Perri, sociologa coordinatrice dei servizi della Fondazione Anffas Grottammare Ets, si darà spazio anche agli interventi del pubblico. Alle ore 13:00 infine verrà presentato il laboratorio di ceramica artistica della Fondazione Anffas Grottammare Ets e, a seguire, ci sarà la conclusione dei lavori.

L’ingresso al convegno è libero e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *