FOTO Ricordo dei caduti di tutte le guerre ad Acquaviva Picena

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – Domenica 6 novembre alle ore 10:30 in via Roma ad Acquaviva Picena le autorità civili, militari e politiche si sono ritrovate per iniziarla cerimonia in ricordo di tutti i caduti di tutte le guerre; un corteo ha aperto la cerimonia. Dopo la santa Messa delle ore 11:00, di nuovo il corteo, guidati dal corpo bandistico, si è avviato al monumento dei caduti dove è stata posizionata la corona d’alloro e dove è stato reso omaggio ai caduti. Il parroco don Giuseppe nell’omelia ha ricordato tutti i caduti e soprattutto coloro che sono dispersi e che non hanno ricevuto una degna sepoltura, ha ricordato anche le loro famiglie, genitori, mogli, figli e amici che hanno sofferto per la perdita dei loro cari. Il sindaco di Acquaviva Picena Sante Infriccioli ha detto: “A nome di Acquaviva rivolgo i saluti a tutti i presenti, alle associazioni, alle autorità intervenute e ai rappresentanti delle amministrazioni; un ringraziamento alla Sezione di Acquaviva Picena dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e in particolare al suo presidente cav. Duilio Grilli, che in questi anni si è sempre adoperato per portare avanti la giusta e dovuta commemorazione dei nostri soldati caduti per la patria. Il 4 novembre è l’occasione per fare un viaggio nel passato, ripercorrendo la storia, raccogliendo i segni di chi ha servito la Patria restituendone le piastrine ai famigliari. È più di un secolo che si celebra il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate, la sua importanza è dimostrata dal fatto che in tutti questi anni è stata sempre celebrata indipendentemente dai periodi storici attraversati: l’Italia liberale, L’Italia fascista e infine, l’Italia Repubblicana. Una ricorrenza che segue la storia, ma che ad essa sopravvive dimostrandosi il simbolo di un sentimento profondo che vive nella coscienza del popolo italiano. La guerra nel cuore dell’Europa ha fatto tornare il passato più presente che mai. Si ha come l’impressione che la storia non ci abbia insegnato nulla. Per questo motivo è importante coltivare la memoria e ricordare a tutti, ai giovani in primis, il ruolo della Storia nella vita di ognuno di noi. Qui ci sono i nomi degli acquavivani che hanno perso la vita in guerra, stanno qui per ricordarci il dolore che la guerra provoca nelle famiglie, per questo motivo non deve mai venir meno la memoria verso chi ha donato la vita per la Patria. Il ricordo del sacrificio di ieri è unito all’omaggio per l’impegno delle Forze Armate di oggi; donne e uomini in divisa chiamati ad interpretare un ruolo delicato in un tempo complicato, soldati, marinai, avieri, carabinieri, finanzieri e personale civile della difesa ai quali dobbiamo essere sempre grati per l’impegno speso ogni giorno. Però anche noi dobbiamo dare il nostro contributo. Difendere la libertà e la pace significa consolidare ogni giorno, nelle nostre famiglie, sui luoghi di lavoro e della politica, il rispetto per la vita, il rispetto per la democrazia, il rispetto per gli altri, non dimenticando l’aiuto ai più deboli. Questa giornata sia quindi un doveroso momento di memoria e ricordo di una data importante della nostra storia, un’occasione per ringraziare le nostre Forze Armate, ma sia anche un giorno di riflessione sul supremo valore della pace. Non c’è futuro senza ricordo”. Il Consigliere Regionale Monica Acciarri ha ricordato l’importanza di partire dai più piccoli, approfondire e spiegare questi temi ai più piccoli perché loro saranno il “futuro”; proseguendo ha invitato tutti a fare ciascuno la propria parte affinché la pace sia garantita. Il Consigliere Provinciale Simone De Vecchis ha sottolineato il grande sacrificio che hanno sostenuto i caduti di tutte le guerre e il sacrificio che ogni giorno sono tenuti a sostenere le Forze Armate. Ha proseguito nel ricordare l’importanza di onorare i ragazzi che hanno combattuto per la Patria”. Il cav. Duilio Grilli, presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci sezione di Acquaviva Picena e Consigliere Nazionale dell’Associazione, ha ringraziato il Consigliere Regionale Acciarri, il Consigliere Provinciale De Vecchis, il Comandante Maresciallo della Stazione dei Carabinieri di Acquaviva Picena Sansiveri, ha inoltre ringraziato tutte le autorità presenti: civili, militari, politiche, religiose, combattentistiche e d’arma. Ha ringraziato il sindaco Infriccioli e tutta l’Amministrazione Comunale. Il vescovo emerito della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto delle Marche Sua Eccellenza Monsignor Gervasio Gestori , impossibilitato a partecipare, ha inviato i suoi saluti. Il cav. Grilli ha ringraziato inoltre il presidente dell’Ente Associazione Palio del Duca cav. Nello Gaetani, tutti i soci e i collaboratori e l’On. Pietro Colonnella. Un ringraziamento per la collaborazione anche all’Istituto Scolastico “De Carolis” di Acquaviva Picena, agli insegnati e ai ragazzi. Si ringrazia anche il Corpo Bandistico città di San Benedetto del Tronto per la partecipazione.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *