Colonnella, istituito il Premio Marco e Giulio Iustini: sei gli studenti premiati

Condividi questo articolo sui social o stampalo

COLONNELLA – Una mattinata all’insegna della gioia e della commozione quella vissuta ieri, sabato 8 ottobre, da docenti, studenti e genitori della Scuola Ignazio Silone di Colonnella, facente parte dell’Istituto Comprensivo Corropoli – Colonnella – Controguerra. È stata inaugurata, infatti, la prima edizione del Premio Marco e Giulio Iustini, un riconoscimento che la sig.ra Maria Luisa Feriozzi ha fortemente voluto per ricordare l’impegno verso il mondo della scuola da parte del marito e del cognato prematuramente scomparsi nel 2011 e nel 2021. I due fratelli – lo ricordiamo – hanno operato per tanti anni con competenza e passione sul territorio: Marco in qualità di sindaco e Giulio come vicepreside e docente di Matematica e Scienze presso la Scuola Secondaria di I grado, oltre che come fondatore della rivista culturale “Frammenti”.

Hanno preso parte alla cerimonia, oltre alla sig.ra Feriozzi in rappresentanza della famiglia Iustini, numerosi esponenti del mondo della scuola e le maggiori autorità civili e militari del territorio: la dirigente dell’Istituto Stefania Nardini; la docente di Lingua e Letteratura Inglese, nonché fiduciaria di plesso della Scuola Media, Anna Patrizia Rapposelli; il sindaco del Comune di Colonnella Biagio Massi; la vicesindaca di Colonnella con delega alla Cultura Mirella Pontuti; il primo cittadino di Controguerra Franco Carletta; il maresciallo della locale stazione dei Carabinieri Dino Milazzo; la componente genitori del Consiglio d’Istituto, nelle persone del presidente Mauro Scarpantonio, della vicepresidente Paola Prosperi e dei consiglieri Paola Cardelli, Fausto Di Quirico e Massimiliano Pecchini.
Presenti in prima fila i sei giovani studenti che si sono aggiudicati il riconoscimento , tre ragazze e tre ragazzi della Scuola Secondaria di Colonnella che si sono diplomati nell’a.s. 2021-2022 con voti eccellenti: in rigoroso ordine alfabetico, Sofia Angeloni, Luca Capriotti, Maria Coccia, Alessandro Pecchini, Giulia Salustri e Gabriel Santaniello. La borsa di studio, conferita a ciascuno di loro sottoforma di buoni spesa del valore di 200 euro, è stata resa possibile grazie al contributo della famiglia Iustini, oltre che di privati e aziende locali che hanno voluto valorizzare il merito e le eccellenze degli alunni e delle alunne che si sono distinti durante il loro percorso di studio per “impegno, serietà e competenza”.
Queste le parole con cui la prof. ssa Stefania Nardini, Dirigente dell’Istituto, ha aperto la cerimonia di premiazione, rivolgendosi direttamente ai ragazzi premiati: “È una grande ricchezza avervi nel nostro Istituto. Voi, studenti e studentesse eccellenti di Colonnella, rappresentate uno stimolo, sia per i vostri compagni, sia per il territorio. Quando si ha amore per la scuola, si vede subito, pertanto voi non potrete che continuare negli studi con risultati eccellenti, così come avete iniziato. Ringrazio i vostri genitori, che sono tutti qui presenti. Il ruolo dei genitori è molto importante sia per la vita degli studenti, perché hanno cura di loro e li accompagnano in un percorso di vita e di studio, sia anche rispetto al territorio. La sinergia, messa in campo tra scuola, famiglia e territorio in occasione di questa iniziativa, è un esempio concreto di cooperazione nell’ottica di una crescita culturale comune alla quale devono necessariamente contribuire i diversi attori sociali per realizzare una vera comunità che apprende”.

Il primo intervento è stato di Maria Luisa Feriozzi, in rappresentanza della famiglia Iustini, la quale ha detto ai premiati: “Voi ragazzi siete il futuro e questa borsa di studio è stata pensata per voi, affinché siate sempre volenterosi e determinati nell’impegno e possiate continuare ad esprimere il vostro talento, come avete fatto finora, magari andando fuori dal paese per proseguire gli studi e migliorarvi, per poi tornare a Colonnella e farla crescere, proprio come hanno fatto Marco e Giulio che oggi ricordiamo e che hanno speso una vita a far crescere questo territorio ed, in particolar modo, il mondo della scuola al quale entrambi erano molto affezionati.”

È stata poi la volta delle autorità civili presenti. Il primo cittadino di Colonnella Biagio Massi si è complimentato così con gli studenti premiati: “In questo momento proviamo tutti molto orgoglio. Ma questo riconoscimento per voi rappresenta anche una grande responsabilità: un premio importante, infatti, richiede anche un impegno importante per il futuro. Perciò vi dico bravi, anzi bravissimi, davvero, ma ora continuate ad essere un esempio per gli altri, siate sempre di stimolo per i vostri compagni!”
A seguire il sindaco di Controguerra Franco Carletta, dopo essersi complimentato con i ragazzi, ha ricordato le figure di Marco e Giulio Iustini che ha conosciuto personalmente e con cui ha condiviso “la passione per la politica, oltre che la visione della scuola e il costante impegno per migliorarla”.

Breve ed essenziale l’augurio che la vicesindaca del comune di Colonnella Mirella Pontuti ha rivolto ai premiati: “Diffondete ai vostri compagni ed amici l’amore per lo studio e la conoscenza, perché voi dovrete cambiare il mondo.”
“È encomiabile l’impegno di questi giovani – ha poi affermato il maresciallo Dino Milazzo – perché, con la loro dedizione allo studio, dimostrano che non per tutti sono prioritarie le numerose distrazioni attuali.” Ha poi aggiunto, scherzando: “Spesso noi Carabinieri ci troviamo a dover riprendere fuori, all’aperto, alcuni loro coetanei. Ma questi neanche li conosco e questo è buon segno! Se non li conosco io, vuol dire che sono bravi ragazzi!”
Il presidente del Consiglio di Istituto, Mauro Scarpantonio, infine, ha concluso: “È bello e doveroso mettere in vetrina le eccellenze della nostra scuola e del nostro territorio. Auspichiamo dunque che un tale riconoscimento venga esteso anche agli alunni del plesso di Controguerra e di Corropoli. Questo riconoscimento è anche una conferma dell’ottima offerta formativa che il nostro istituto offre e che permette a studenti eccellenti come loro di proseguire il percorso di studi in scuole pregevoli, ma impegnative del territorio, come lo sono i Licei che attualmente frequentano.” Gli studenti premiati, in effetti, frequentano il primo anno del Liceo Classico, del Liceo Scientifico con indirizzo Matematico, del Liceo Scientifico Ordinario e del Liceo Linguistico.

Grande la soddisfazione espressa dai genitori, i quali sono intervenuti ringraziando in primis la famiglia Iustini e la scuola per questo bel riconoscimento. Più di uno di loro ha sottolineato come gli insegnanti siano stati sempre presenti per i loro figli, non soltanto da un punto di vista didattico, ma anche umano, soprattutto durante gli ultimi due anni caratterizzati da un contesto sociale di privazioni e difficoltà legate alla pandemia. Infine hanno anche dato merito ai ragazzi dell’impegno profuso perché, se il compito del genitore e della scuola è quello di fornire opportunità indicando una strada, è sicuramente compito dello studente scegliere ogni giorno di percorrerla con impegno e dedizione.

Dopo la cerimonia di premiazione, nella seconda parte della mattinata, una piccola delegazione di docenti ed autorità si è recata al primo piano della Scuola Secondaria di I grado di Colonnella per l’intitolazione dell’aula informatica al prof. Giulio Iustini, un’idea nata da Roberta Bufo, insegnante presso la scuola primaria di Colonnella, e accolta subito all’unanimità in collegio da parte di tutto l’Istituto, per celebrare la memoria di un docente che ha continuato ad operare dentro e fuori la scuola durante tutto il suo servizio e anche dopo il pensionamento con una dedizione e una generosità d’animo fuori dal comune.

La Prof. ssa Anna Patrizia Rapposelli, docente di Lingua Inglese, ha ricordato la figura del collega che l’ha preceduta nel ruolo di fiduciaria della Scuola secondaria di Colonnella, tracciandone un breve ma esaustivo ritratto di grande caratura professionale e umanità: “Giulio non era solo un ottimo insegnante, amato e rispettato dai suoi alunni; Giulio era un uomo che aveva una grande cultura, che però non ostentava, anzi. Era anche molto misurato, mai sopra le righe, capace di stare in ogni situazione e con ogni tipo di persona. Inoltre, quando si trattava di svolgere un lavoro o un progetto per la scuola, non si tirava mai indietro, perché la scuola era il suo mondo”. La docente ha poi ricordato che al prof. Giulio Iustini si deve anche la paternità del progetto “Sindaco dei ragazzi”, ancora oggi uno dei caposaldi dell’offerta formativa dell’Istituto vibratiano: attraverso questo progetto, “Giulio ha sempre cercato di stimolare nei ragazzi il valore dell’amicizia, del rispetto e della collaborazione, che sono alla base dell’educazione delle nuove generazioni. L’intitolazione di oggi vuole essere quindi un piccolo gesto di gratitudine verso Giulio per tutto ciò che ci ha donato”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *