Colonnella, il Priore Reganatini ci racconta il viaggio in Basilicata della Confraternita Maria Santissima del Suffragio

Condividi questo articolo sui social o stampalo

COLONNELLA – Si è svolta in tre giorni la trasferta della Confraternita Maria Santissima del Suffragio di Colonnella nella vicina Basilicata. Da mercoledì 28 a venerdì 30 settembre, infatti, una delegazione di otto persone, tra confratelli e consorelle colonnellesi, è stata a Sant’Angelo Le Fratte, un piccolo paese in provincia di Potenza, per onorare la festa cittadina di San Michele Arcangelo.

“L’occasione si è creata quasi per caso: – racconta il Priore Guerino Reganatini – navigando su Internet, il Primo Cittadino di Sant’Angelo Le Fratte, Michele Laurino, ha visitato la nostra pagina web ed ha visto i video delle nostre processioni; mosso da curiosità, ci ha contattati per avere alcune informazioni su come creare una confraternita. Parlando telefonicamente, abbiamo scoperto una comune devozione dei nostri paesi a San Michele Arcangelo che di Colonnella è il Santo Patrono e che anche nel comune lucano è venerato da molti anni come Patrono con una festa cittadina ormai divenuta storica. Perciò il Sindaco ci ha invitato a partecipare ai festeggiamenti di quest’anno.”

Così gli otto fortunati fedeli della Parrocchia San Cipriano di Colonnella sono stati accolti nel comune lucano come ospiti d’onore della festa paesana: “Abbiamo trascorso dei giorni bellissimi – dichiara il Priore Reganatini – appena giunti sul posto, il Sindaco ci ha dato il benvenuto e ci ha mostrato le bellezze del paese: il Municipio, la Chiesa del Sacro Cuore e di San Michele Arcangelo, le caratteristiche cantine nelle grotte, le opere del pittore Michele Cancro che ha raffigurato tutti gli abitanti del paese lucano, le incantevoli vedute del paese e dei comuni limitrofi. Poi abbiamo trascorso una giornata meravigliosa giovedì 29, data in cui si festeggia la memoria di San Michele Arcangelo. Tutto il paese si è riunito in Chiesa, insieme alla Banda Cittadina, per onorare il Santo Patrono. Al termine delle Messa, presieduta dal Parroco don Wagno , si è svolta una bella e sentita processione. I fedeli, accorsi numerosi anche dai comuni limitrofi, si sono riversati lungo le vie del paese e, a metà percorso, hanno potuto ammirare un incantevole spettacolo pirotecnico che è durato all’incirca mezz’ora. Una volta rientrati in Chiesa, alcune donne (Michelina Accetta, Maria Bruni, Maria Mascuolo e Lucia Morroni), con la caratteristica cinta in testa, hanno offerto il loro dono votivo al Santo, rendendogli omaggio con il triplice inchino, simbolo della Trinità. Oltre a questi momenti religiosi e tradizionali, nel pomeriggio ed in serata ci sono stati anche i festeggiamenti civili. Purtroppo la pioggia ha rovinato i programmi pianificati, ma so che proprio in questi giorni si sta provvedendo a recuperare la serata musicale con la cover del noto cantante romano Renato Zero.”

Grandi la soddisfazione e la gioia dei confratelli e delle consorelle colonnellesi che, attraverso il Priore Reganatini affermano: “Già durante i festeggiamenti, al termine della Messa, abbiamo ringraziato il Sindaco, il Parroco e tutti gli Abitanti di Sant’Angelo Le Fratte per l’accoglienza calorosa che ci hanno rivolto e per l’ospitalità che ci hanno riservato. Ma voglio ringraziarli ancora una volta, perché siamo stati veramente bene in quei tre giorni e sicuramente questa non sarà stata l’ultima occasione di incontro. La fede comune che ci ha fatto incontrare, infatti, si è manifestata anche in una comunione di intenti e di sentimenti. L’amicizia che ci ha legato è una testimonianza dell’Amore che il Signore ci ha donato, un amore che vive tra tutti gli uomini, fratelli in Cristo. Perciò, come promesso ai fedeli lucani che abbiamo conosciuto, il prossimo anno saremo nuovamente con loro, quindi il nostro saluto è stato solo un arrivederci.”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *