Grottammare, screening per l’individuazione precoce di bambini a rischio di difficoltà scolastiche

Condividi questo articolo sui social o stampalo

GROTTAMMARE – Anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, l’amministrazione di Grottammare sostiene il progetto dell’associazione di promozione sociale “Praesentia” composta da un equipe multidisciplinare, coordinata dal dottore Raniero Di Gregorio, esperto in Disturbi dell’Apprendimento e dello Sviluppo Cognitivo che si svolge in tutte le classi prime dell’ ISC Leopardi.

L’equipe si occuperà di far svolgere ai bambini le prove previste dal progetto, in orario scolastico, in base agli accordi stabiliti con gli insegnanti delle classi e dopo aver ottenuto l’autorizzazione dei genitori dei bambini.

Questo progetto permettere agli insegnanti delle prime classi della scuola primaria di conoscere precocemente i punti di forza e debolezza dei propri alunni in modo da intervenire con attività didattiche adeguate al potenziamento delle abilità carenti come prove che andranno a valutare la Consapevolezza Fonologica, la Memoria a Breve Termine e di Lavoro, la Denominazione Rapida e l’Attenzione Selettiva, considerate nella letteratura internazionale abilità importanti ai fini del successivo apprendimento scolastico.

Il dottor Raniero Di Gregorio afferma: “Ci tengo a ringraziare l’amministrazione di Grottammare e la dirigente dell’ISC Leopardi che fin da subito si sono dimostrati sensibili al tema. In questi tre anni sono stati individuati diversi bambini con “difficoltà” non tutti con disturbi specifici dell’apprendimento, ma allo stesso modo “segnalati” ed “attenzionati”, questo ci ha portati a realizzare percorsi mirati e specifici per ogni singolo bambino, sia in classe con le insegnanti che a casa con i genitori. Ad oggi l’obiettivo puó considerarsi raggiunto, perché tutti i bimbi (alcuni con le dovute certificazioni e rispettivi PDP, altri solo aiutati con specifici percorsi) sono in perfetta linea con il programma scolastico, e soprattutto hanno mantenuto integra la propria autostima e “voglia di scuola”.

L’Assessore all’Inclusione Sociale, Pomili Monica, dichiara: “Crediamo molto in questo progetto che abbiamo voluto fortemente anche in questo anno scolastico, poter riuscire ad individuare e prevenire è molto importante, permette di porre le basi per un percorso di lavoro tempestivo e adeguato, al fine di guidare il bambino verso l’autonomia scolastica”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *