Lavoro: Mlac invita tutti i lavoratori alla veglia di preghiera per il Primo Maggio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

In vista del Primo Maggio festa del lavoro, il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica, organizza un momento di preghiera con tutti i lavoratori.

Scoprire i volti delle persone, per custodire il mondo del lavoro e le persone che lo vivono, è il tema guida dell’incontro che si terrà presso la sede dell’Associazione Pescatori Sambenedettesi, venerdi 27 aprile alle 21.15.

Il Mlac è da sempre attento al mondo del lavoro, con numerose iniziative di carattere formativo. In particolare in questo tempo in cui la realtà del lavoro è problematica, e anche le comunità sono sempre più fragili per i giovani che non trovano lavoro, per chi lo ha perso o chi vive la precarietà. L’impegno del Movimento di Azione Cattolica verso i lavoratori vuole riscoprire insieme una nuova attenzione alla persona che lavora, incontrando le persone dove lavorano e condividendo difficoltà e speranze. “Costruire insieme un umanesimo condiviso” è anche l’auspicio del presidente Mattarella in un messaggio al Convegno Caritas, che “richiede capacità di affrontare il tempo nuovo con visione e ideali superando sterili spinte all’individualismo che rischiamo di alimentare egoismi, paura, sfiducia.”

La scelta di ritrovarsi presso l’Associazione pescatori è il segno della presenza vicino coloro che vivono il mondo del lavoro. Dopo aver pregato per il Primo Maggio in un’officina meccanica, presso il centro Agroalimentare, il Mlac si ritrova con il mondo della marineria così importante per la realtà locale, in un dialogo iniziato qualche anno fa con una festa di S. Giuseppe.

Alla vigilia del Primo Maggio la proposta di ritrovarsi insieme a pregare come comunità è un segno di forte vicinanza, di cura e di speranza. Rimettere al centro la custodia della propria terra e del mare, guardando al futuro. La preghiera per ricordare i volti di ogni persona che attraverso il servizio del lavoro contribuisce alla costruzione del nostro paese e affidare tutte le difficoltà del mondo del lavoro. Dalla preghiera nasce per il cristiano l’impegno concreto nella vita quotidiana verso la realtà, assumendo le parole di papa Francesco nella nuova esortazione apostolica Gaudete et exsultate: Sei un lavoratore? Sii santo compiendo con onestà e competenza il tuo lavoro al servizio dei fratelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *