Dal carcere: Lettera di un figlio ad un padre

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Prosegue la nostra “rubrica dal carcere” leggi i precedenti articoli curata dai volontari della nostra diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto del gruppo “Il Mosaico”.

Sono le 18, 00 di un insignificante giorno. È  da tempo che pensavo di scrivere una lettera, forse un po’ per paura non l’ ho mai fatta, ma ora sono qui.

In questi due maledetti mesi la nostra vita è cambiata forse in peggio, ma credimi ho cominciato a guardare solo i lati positivi.
Sono cresciuto in fretta e dovuto affrontare situazioni più grandi di me che mi hanno permesso di diventare quello che sono, non più  un ragazzo,  un uomo con le”0 0″ quadrate,  un uomo forte in grado di poter sbagliare,  ma ogni sbaglio deve farci capire e cambiare.
Le persone mi riempiono di complimenti :” Sei un orgoglio di figlio”,”Sei il ragazzo più  educato che conosco”, ma il più  bello è  stato ” Sei forte”si sono forte come te.
Dopo qualche giorno che sei andato via è  uscita una canzone “Il sole quando piove”ecco questa è  la canzone perfetta per noi, e fa” Da te ho preso gli occhi chiari e quel coraggio di non abbassarli mai, da te ho preso mani forti per ricostruire i giorni insieme a te,ti ho visto piangere una sola volta e ricomincerei da te. Si ricomincerei da te nonostante tutto, nonostante tutte le parole brutte che ti dicevo, io ti aspetto, non vedo l’ ora di poterti abbracciare fuori da quelle mura.
TI VOGLIO BENE PAPA’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *