Terremoto anche a Grottammare allestiti due punti di raccolta

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Protezione civile Grottammare 2GROTTAMMARE – Vestiario in genere e coperte per gli sfollati del terremoto che questa notte ha devastato varie comunità dell’Appennino tra Marche e Lazio. Insieme ad altri beni di prima necessità, quali pannolini per bambini, latte a lunga conservazione, acqua, salviettine umidificate, pasta e riso, potranno essere consegnati nei due punti di raccolta coordinati da Comune e gruppo di Pc locale, in collaborazione con i volontari delle associazioni I Care e della sezione cittadina dell’associazione nazionale Bersaglieri. Attivi in questo senso anche i giovani dell’ACR della parrocchia San Pio V.

I punti di raccolta si trovano: per la zona Sud, in via Foscolo 73/75, presso la sezione cittadina dell’Associazione nazionale Bersaglieri (vicino alla piazza Carducci); per la zona Nord, in via Galilei, 40 presso la sede dell’associazione I Care (vicino allo Stadio Comunale).
I volontari saranno presenti dalle ore 16 alle ore 20.30 di oggi e dalle ore 8.30 alle 20.30 a partire da domani. Per informazioni, 347 7779166 (consigliere Simone Splendiani, zona sud) oppure 335 6320866 (consigliere delegato alla Protezione civile, Bruno Talamonti, zona nord).

Per quanto riguarda i soccorsi sul campo, già alle prime luci del mattino un gruppo di 12 volontari della Protezione civile comunale si era recato nei luoghi del terremoto. In particolare, la squadra grottammarese si è unita ai soccorritori accorsi sul fronte ascolano del sisma ed è attualmente impegnata a Pescara del Tronto.

Il Comune di Grottammare raccoglie e rilancia le informazioni rilasciate dal CIIP, relativamente all’approvvigionamento idrico dei Comuni serviti: “Si smentiscono categoricamente eventuali notizie circolanti circa la non potabilità dell’acqua in quanto completamente prive di fondamento”.

In merito, infine, alle scosse avvertite anche in Città, il sopralluogo eseguito nel corso della mattinata dai tecnici comunali, architetto Liliana Ruffini e ing. Marco Marcucci, ha dato riscontri negativi su tutte le strutture scolastiche e pubbliche in generale. Senza esito anche gli accertamenti nel centro storico e nella zona Ottocentesca della città. Nessuna segnalazione di danneggiamenti è pervenuta da parte dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *