Marche, tavolo regionale per prevenire l’allontanamento dei minori dalle famiglie problematiche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MARCHE – Le Marche istituiscono un Tavolo regionale per prevenire l’allontanamento dei bambini dalle famiglie di origine con situazioni problematiche. La Giunta regionale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa che verrà firmato nei prossimi giorni. La Regione ha aderito al Programma nazionale di contrasto del fenomeno. Giunto alla quinta annualità e promosso dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, l’iniziativa coinvolge diverse istituzioni impegnate nei confronti dei nuclei familiari multiproblematici per aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare la qualità del loro sviluppo. Le attività del 2015, in attuazione del programma P.I.P.P.I. (Programma di interventi per la prevenzione dell’istituzionalizzazione), vedranno collaborare la Regione Marche, gli Ambiti territoriali sociali (Ats 16-17-18), l’Area vasta 3 dell’Asur, l’Ombudsman, Il Tribunale di minori e l’Ufficio scolastico provinciale di Ancona, i dirigenti degli istituti scolastici dei tre Ats, associazioni del privato sociale. Daranno vita a un coordinamento, spiega il presidente Luca Ceriscioli, “perché il programma possa perfezionarsi, dopo quattro annualità, e diventare un modo di operare condiviso sul territorio regionale, con vantaggi nelle modalità di presa in carico”. Il Programma P.I.P.P.I. nasce dalla sperimentazione della Legge 285/97 (diritti e opportunità per l’infanzia). Propone un approccio strutturato di presa in carico del nucleo familiare per ridurre i rischi di allontanamento dei bambini (0-11 anni) e favorire i processi di riunificazione familiare. L’Ats 16 (Comunità montana dei Monti Azzurri – San Ginesio) ha proposto la stipula del protocollo d’intesa per costituire e regolamentare un gruppo di lavoro che svolga attività di monitoraggio sullo stato di implementazione del programma nelle Marche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *