Ripatransone: una mostra di Santi che vale la pena visitare!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Silvio Giampieri

RIPATRANSONE – “Una mostra che vale la pena di essere visitata” sarebbe stato il commento fatto a voce dal Vescovo Carlo a qualcuno dei presenti, in occasione della sua visita per la Festa patronale di Santa Maria Maddalena, all’esposizione realizzata dai ragazzi del catechismo di Ripatransone.

Il compito assegnato ai giovani era quello di rappresentare, con cartelloni e disegni, le figure di alcuni Santi che avevano conquistato la loro simpatia e sensibilità nell’arco del percorso formativo di quest’anno.

Il tema iniziale era quello più ampio, definito dalle parole di San Paolo “… se non avessi la Carità… ”, a voler riassumere quale fosse lo stesso comune denominatore che ha mosso tante persone alla santità, in tempi In modo particolare, poi, quest’anno ricorrono il Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco ed il quinto di quella di San Filippo Neri, cosa che ha portato poi a far campeggiare doverosamente il titolo “Paradiso Paradiso, preferisco il Paradiso”, traendo spunto da quest’ultimo santo, compatrono di Ambedue in tempi diversi furono definiti “santi dei giovani”, quindi quale modo migliore se non lasciare la parola ai ragazzi per raccontarli?

L’iniziativa si è poi bene innestata, oltre che nelle celebrazioni centenarie, anche nella festa patronale di Santa Maria Maddalena la quale pure ha avuto il suo risalto nel contesto espositivo.

Ad occhieggiare attorno a queste figure di santi presenti per le ricorrenze già citate, una miriade di altri esempi di persone giovanissime o più adulte, ma tutte accomunate dallo zelo per la carità verso il prossimo.

Molto interessante è il poter leggere attraverso questi disegni quali siano i tratti che più hanno colpito l’immaginario dei bambini, portandoli a mettere in luce alcune virtù eroiche di santi ai più magari non note, ma che ugualmente hanno tracciato un solco nel cammino della chiesa universale.

Una grande soddisfazione espressa dalle catechiste, dai genitori dei ragazzi e dai parroci per la creatività dimostrata nell’utilizzare tecniche differenti e valorizzare anche i dettagli, che magari spesso sfuggono all’occhio dell’adulto, come solo i più giovani sanno fare.

La mostra è visitabile su richiesta oppure la Domenica a seguito della celebrazione Eucaristica delle 11,00 del Duomo di Ripatransone, trovandosi nell’antistante Sala parrocchiale Radicioni.

L’augurio è che questi santi e beati possano continuare ad essere le stelle polari che guidano il cammino spirituale dei nostri ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *