San Benedetto del Tronto, il campo da rugby sarà dedicato a Nelson Mandela

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
campo rugby 011
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Proseguono a ritmo spedito i lavori per la realizzazione del nuovo complesso per la pratica del rugby in zona Agraria. Questa mattina il sindaco Giovanni Gaspari, il vicesindaco e assessore allo sport Eldo Fanini, i consiglieri Palma Del Zompo e Gianluca Pasqualini hanno svolto un sopralluogo per controllare lo stato di avanzamento delle opere.

Dopo aver installato la recinzione, l’impianto di illuminazione sul campo di allenamento, quello di irrigazione e quello per il drenaggio sul campo da gioco, si è proceduto a ricoprire quest’ultimo di una particolare sabbia che permetterà l’attecchimento delle strisce di erba. Inoltre è stata seminata erba sulla porzione di terreno non direttamente interessata dall’attività sportiva. Infine verranno fissate le porte e disegnate le linee.

I lavori sono eseguiti dalla Ecoservices, uno dei soggetti che, con l’Unione Rugby San Benedetto e Arteverde, fa parte dell’associazione temporanea di imprese (ATI) che si è aggiudicata la gara per l’esecuzione dell’impianto.

Ricordiamo che il complesso, oltre al terreno da gioco in erba e ad un campo di allenamento in terra battuta con illuminazione, comprenderà spogliatoi e servizi. Il costo complessivo è di 470 mila euro, di cui 300 mila finanziati dal Comune e i restanti 170 mila sostenuti dalle imprese che hanno ottenuto l’appalto.

“Continua l’azione dell’Amministrazione di creazione di nuovi impianti per la pratica sportiva e riqualificazione di quelli già esistenti – dichiara il vicesindaco e assessore allo sport Eldo Fanini – il campo da rugby è frutto di una soluzione che ha richiesto tanti anni di lavoro ma con il decisivo contributo di chi crede nelle potenzialità di aggregazione di questo sport. Avere un campo regolare per il rugby a San Benedetto vuol dire anche poter ospitare in futuro competizioni di respiro nazionale e internazionale”.

“Finalmente gli sforzi di tutte le  società sportive rugbistiche locali – dichiara Palma Del Zompo – vengono ripagati e un sogno si  avvera. Il rugby è uno sport che crea aggregazione tra i giovani ma i risultati vengono solo dal gioco di squadra. E gioco di squadra è stato anche quello tra pubblico e privato per la realizzazione dell’impianto. L’auspicio è che questa nuova struttura aiuti i giovani ad avvicinarsi a questo bellissimo sport”.

“Con il campo da rugby l’impiantistica sportiva del quartiere Agraria cresce – dichiara il consigliere Gianluca Pasqualini – proponendo un’offerta variegata e ricca. Insieme alle strutture già esistenti e agli orti per gli anziani, questa nuova realizzazione contribuirà ad incrementare il livello di  coesione sociale di quest’area della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *