San Niccolò, i cresimandi si danno al giornalismo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Acquaviva

ACQUAVIVA PICENA – L’anno catechistico è iniziato e ai cresimandi di San Niccolò è stata fatta una proposta interessante da parte del parroco don Alfredo e delle educatrici Rita e Anna: iniziare a scrivere articoli per un giornalino parrocchiale. Durante il primo incontro i ragazzi sono stati invitati a riflettere sui temi della famiglia e della paura, e a mettere giù qualche parola per esprimere i loro pensieri a riguardo; un modo per sperimentare qualcosa di nuovo che permetta loro di condividere i propri pensieri e concretizzare un progetto. I ragazzi hanno lavorato in gruppi per buttare giù alcune righe che la redazione ha il piacere di pubblicare per incoraggiarli ad andare avanti. Qui di seguito i primi articoli scritti da loro e revisionati dalla redazione:

“I problemi in famiglia si risolvono riunendosi con tutti i parenti. I nostri genitori si fidano di noi quando ci mettono alla prova, ogni giorno, lasciandoci andare a scuola nonostante sappiano che qualche volta potremmo sbagliare”

“Quando si hanno problemi in famiglia, si risolvono riunendosi tutti insieme e scegliendo sempra la soluzione giusta”

“Nel momento in cui ci si presenta un problema, chiediamo un consiglio ai membri più cari della nostra famiglia che possiedono più esperienza perché, essendo più grandi, hanno già vissuto questi episodi e vogliono farceli superare nel modo migliore, insegnando che non bisogna scappare”

“Il Signore è la nostra fonte di luce, se Lui non ci fosse brancoleremmo nel buio. Quando noi ci troviamo al bivio, all’inizio non sappiamo cosa fare e ci affidiamo sempre al Signore, perché ci aiuti a superare quel momento, scegliendo sempre il modo migliore. E’ in questi momenti che ci ricordiamo di appartenere alla grande famiglia di cristiani, che vivono la fede aiutando il prossimo”

“Quando abbiamo dei problemi, delle incertezze o dei timori, ne dobbiamo parlare con persone che hanno più esperienza di noi, che hanno già attraversato questi momenti di buio e sanno, quindi, consigliarci ottime soluzioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *