Il Rosario unisce anche i giovani di Comunanza e Force

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Rosario Giovani Comunanza

Di Donatella Agasucci di Force

COMUNANZA – Venerdì ore 21.00 Chiesa di Comunanza.
C’è un capannello di gente in attesa di entrare.
Tra poco si inizia. È ormai un’abitudine: da circa un anno tutti i Venerdì sera i ragazzi di questa parrocchia dell’interno della Diocesi (che si devono adattare allo spazio di un ex-cinema adibito a Chiesa, dato che la Chiesa del paese di “Santa Caterina” è in fase di restauro), si ritrovano per recitare il Rosario.
Tutto è iniziato con la partecipazione di una ventina di ragazzi al Festival dei giovani di Međugorje, che tornati a casa con entusiasmo hanno proposto la preghiera settimanale del Rosario al parroco Don Dino che li ha appoggiati.
Su invito dei responsabili delle serate, l’altro Venerdì, anche un gruppo di ragazzi di Force (parrocchia limitrofa a quella di Comunanza) si sono uniti alla preghiera.
Così, insieme, abbiamo vissuto un momento bello e intenso: preghiera, riflessioni, canti e balli. Una recita del Rosario fresca come i giovani che l’hanno animata!
Le riflessioni sono state guidate da Don Mariano, che ad ogni mistero ha ricordato i cardini dei messaggi della Madonna di Međugorje: preghiera, penitenza, lettura della Parola, Eucarestia e digiuno.
Preghiera: con la recita del Rosario; la penitenza con la Confessione almeno una volta al mese;
La lettura della Parola che fa da bussola agli avvenimenti della nostra vita;
L’Eucarestia come gesto di amore di un Cristo che si è donato per tutti noi e che spesso non riusciamo a ricordare; infine il digiuno, ma non solo quello alimentare, piuttosto quello fatto dalla riduzione degli egoismi che dobbiamo applicare in particolare nel momento che ci agganciamo a vivere, quello della Quaresima.
Tutto è terminato con il volo di una mongolfiera a cui abbiamo affidato i nostri ringraziamenti, i nostri pensieri e i nostri sogni. Non è mancato un piccolo momento conviviale!
Sicuramente un’iniziativa positiva che dimostra la vitalità di queste piccole parrocchie, che unite possono fare ancora di più, e di tutti i giovani che con tenacia portano avanti attimi intimi e belli da vivere.
Ringraziando per l’invito, mi auguro che quella dell’altra sera sia solo la prima di una lunga serie di incontri di preghiera in particolare tra i giovani.

Rosario Giovani Comunanza e Force

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *