Coronavirus Covid-19: Venezuela, primi casi di positività tra gli indigeni. Ramos (leader warao) al Sir, “molto preoccupati per mancanza di assistenza”

Un fatto che conferma le preoccupazioni delle popolazioni native del Paese, che proprio in questi giorni si stanno organizzando per far sentire la loro voce in modo unitario.

Venezuela: Nazioni Unite, una persona su tre nel Paese soffre di carenza alimentare

Lo rivela un rapporto del Programma mondiale dell’alimentazione delle Nazioni Unite, diffuso domenica scorsa e commissionato dal Governo venezuelano. Lo studio è basato su 8.375 questionari distribuiti a un campione rappresentativo della popolazione.

Migranti: almeno 12 morti in mare al largo della Grecia. Centro Astalli, “ancora orrore nel silenzio colpevole dei governi”

\ quanto denuncia il Centro Astalli commentando la morte di almeno 12 migranti in un naufragio a largo della Grecia. “A bordo della nave – si legge in una nota – si segnala la presenza di circa 50 persone. In queste ore continuano le operazioni di ricerca e salvataggio”.

Venezuela: vescovi, “crisi si aggrava, emergenza umanitaria inaccettabile. A fianco del popolo che chiede a gran voce il cambiamento”

Quella che vive il Venezuela, viene sottolineato, è “una crisi sociale, economica e politica, che si è trasformata in un’emergenza umanitaria moralmente inaccettabile”

Venezuela: appello del cardinale Urosa (Caracas), “cessi la repressione”

A chiederlo in un comunicato è il cardinale Jorge Liberato Urosa Savino, arcivescovo di Caracas.

Venezuela: la crisi inizia a far sentire i suoi effetti oltre frontiera

Due i confini caldi. In primo luogo, a sud, quello brasiliano: lungo migliaia di chilometri, tortuoso, selvaggio, in parte montuoso e in parte caratterizzato dalla foresta amazzonica. In secondo luogo, ad ovest, quello colombiano. La città colombiana di Cúcuta si trova proprio sulla frontiera e lungo il poroso confine negli anni si sono sviluppati traffici illegali e quotidiane storie di incontro, amicizia, parentela. Ma non mancano rifugiati anche in Guyana, ad est, o nelle isole caraibiche non troppo lontane dalla costa venezuelana.

Venezuela: la “roadmap” della Santa Sede

Discorso di mons. Auza all’Assemblea dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA)

Bomba in un centro commerciale di Bogotà. I vescovi: “Colpi di coda dei nemici della pace”

Il Paese sta cercando, con fatica, di uscire da una guerra durata decenni. Giugno è il mese chiave per dare compimento al processo di pace, dopo la firma dell’accordo tra Governo e Farc. Un accordo contestato dall’opposizione dell’ex presidente Uribe, ma visto con scetticismo da vaste fasce della popolazione. Gli ex guerriglieri si erano impegnati a consegnare definitivamente le armi ancora in loro possesso all’inizio del mese. Una data che è stata posticipata di qualche settimana

Venezuela: i vescovi andranno dal Papa, “esporremo grave situazione Paese”

“L’incontro servirà ad esporre a Papa Francesco, a viva voce, la grave situazione che viviamo in Venezuela”: è questo lo

Brasile: la Caritas lancia l’allarme sull’aumento vertiginoso di profughi provenienti dal Venezuela

I venezuelani chiedono di regolarizzare la loro situazione che non si sblocca per la lentezza del governo brasiliano nel ricevere e vagliare le richieste di asilo.

Pagina 1 di 2