No tinc por: la democrazia che non si arrende al terrorismo

Alla luce degli ultimi attacchi terroristici, è sempre più difficile sentirsi al sicuro, tuttavia non possiamo lasciarci vincere dalla paura. Il saggista indiano Salman Rushdie afferma: Come si fa a sconfiggere il terrorismo? non farsi terrorizzare. Non lasciate che la paura governi la vostra vita. .
La Democrazia non ha mai ceduto al terrorismo, non lo farà nemmeno questa volta.

Padre Fulco, parroco a st. Peter’s Church: “gli italiani a Londra stanno dalla parte dei londinesi”

La capitale britannica fa i conti con il terrorismo (l’ultimo grave episodio è di ieri), mentre il Paese apre i negoziati per il divorzio dall’Unione europea, con il rischio di un maggior isolamento. Ne parliamo con il religioso pallottino, parroco della “chiesa degli italiani”, a Clerkenwell, non lontano dal cuore della metropoli

Iran: dai pulpiti delle moschee risuoni un messaggio di pace

Perché colpire Teheran? “Per il ruolo strategico che l’Iran svolge nella regione e per la lotta al terrorismo. E’ stato scritto che in Medio Oriente sta prendendo forma un regolamento di conti tra schieramenti contrapposti ed è a questo scontro che bisogna guardare se si vuole comprendere quali dinamiche rischiano di infiammare ancora di più tutta la regione”. Il “punto” su cosa è successo e perché in Iran, dove martedì 6 giugno un duplice attentato ha provocato la morte di 13 persone e il ferimento di 52

Bambini vittime di terrorismo. Shahrzad Houshmand (teologa musulmana): gli occhi delle donne piangono

Manchester, Inghilterra. Minya, Egitto. Il terrorismo torna a colpire e prende di mira i bambini. Ma non ci sono solo le vittime del radicalismo. Migliaia sono i bambini che muoiono soli nel Mediterraneo. Shahrzad Houshmand, teologa musulmana: “Gli occhi piangono di fronte a tanto dolore vissuto”. Il ruolo della donna è fondamentale per combattere i radicalismi perché laddove falliscono le istituzioni le donne continuano ad educare alla pace. “La donna – dice Houshmand – è colei che porta la vita nel suo grembo. E’ l’elisir dell’accoglienza, della tenerezza, del perdono e della vita”.

Attentato a Manchester. I leader religiosi: “L’oscurità del male non ci travolgerà”

Il Paese rimane “unito di fronte al male”. “L’oscurità del male non ci travolgerà”. Reagiscono i leader religiosi al terribile attacco terroristico di Manchester che ha provocato la morte di 22 persone. Tra le vittime purtroppo anche bambini e adolescenti, accorsi in migliaia per partecipare al concerto di Ariana Grande. Cattolici, anglicani, musulmani ed ebrei: unanime la condanna di ogni violenza