Commissione Ue: azione legale contro il Regno Unito per “aver violato il protocollo su Irlanda e Nord Irlanda”

Il comunicato è accompagnato da una lettera del vicepresidente per le Relazioni interistituzionali Maroš Šefčovič al nuovo ministro per la Brexit David Frost.

Politica, torna il tema delle riforme istituzionali

Nel dibattito politico si riaffaccia il tema delle riforme istituzionali e i motivi si possono ricondurre soprattutto a tre filoni. Come ha ricordato lo stesso premier Draghi nel suo discorso programmatico, quello da lui presieduto è il terzo governo della legislatura iniziata nel marzo 2018. E' l'ennesima conferma di un problema di stabilità dell'esecutivo che con alterne vicende (finché esistevano partiti forti e strutturati il sistema aveva una sua continuità di fondo) accompagna sin dagli inizi la vita della Repubblica. Un secondo filone è incentrato sulla necessità di introdurre, come promesso dai sostenitori della riforma confermata con referendum, alcuni correttivi per riequilibrare il sistema dopo il taglio drastico dei parlamentari, che diventerà operativo con la prossima legislatura (dal 2023, se non ci saranno scioglimenti anticipati). Il terzo spunto chiama in causa la straordinaria opportunità offerta da una fase politica in cui il governo è sostenuto da un arco di forze che rappresenta quasi tutto il Parlamento.

I vescovi della R.D. Congo: “Troppa insicurezza nel Nord Kivu e nell’Ituri. Elezioni entro il 2023”

“La situazione della sicurezza nel nostro Paese, soprattutto nella parte orientale resta pericolosa e aggravata dalla presenza di gruppi armati che l'esercito nazionale, sostenuto dalla Monusco”, la Missione delle Nazioni Unite nella Repubblica democratica del Congo, “non è ancora in grado di sradicare”: lo scrivono i vescovi congolesi, in un messaggio finale al termine del consiglio permanente, nel quale ricordano anche l'ambasciatore Luca Attanasio e le altre vittime dello scontro a fuoco

Italia. Il futuro governo istituisca il Ministero della pace

E' quanto chiede Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovani XXIII - fondata da don Oreste Benzi - in una nota in cui ribadisce: “La pace va sostenuta, curata, pianificata e organizzata”

Censis: “Il sistema-Italia è una ruota quadrata che non gira”. A pagare il prezzo più alto in termini occupazionali giovani e donne

Nel 54° Rapporto sulla situazione sociale del Paese, il Censis scommette ancora una volta sulla capacità degli italiani di affrontare le “giravolte della storia”, quelle “curve drammatiche e inaspettate che mutano radicalmente i paesaggi del vivere, individuale e collettivo”, com'è sicuramente la pandemia. Guarda al futuro, il Censis, ma a partire da un'analisi tutt'altro che edulcorata

La visione europeista di Valery Giscard d’Estaing

Una figura centrale nella storia della Francia". Con queste parole il presidente Macron ha definito Valery Giscard d’Estaing, l’ex capo dello Stato deceduto all’età di 94 anni, al quale ieri ha reso omaggio. Il capo dell’Eliseo, parlando ieri alla Nazione, ha annunciato che si terrà pe commemorare il suo predecessore un giorno di lutto nazionale il 9 dicembre prossimo

Brexit: avviata procedura d’infrazione verso il Regno Unito per violazione dell’accordo di recesso

Ciononostante da parte Ue si continuerà a lavorare per puntualizzare le misure previste dall’accordo di recesso, perché “noi manteniamo gli impegni”, così Von der Leyen.

Comece: vescovi in assemblea a fine ottobre con il card. Parolin. Segretario di Stato incontrerà i vertici Ue. Il 28 messa per l’Europa

Il programma vedrà la partecipazione del card. Pietro Parolin, segretario di Stato di Sua Santità, e di Margaritis Schinas, vicepresidente della Commissione europea”

Consiglio europeo: arrivati i leader. Temi geopolitici sul tavolo, alla ricerca di un’”agenda positiva” con la Turchia e una soluzione per il Nagorno-Karabach

Anche il presidente Giuseppe Conte si è fermato un momento con i giornalisti per illustrare l’ordine del giorno e ha affermato che con la presidente della Commissione “cominceremo a discutere del Global health summit che si terrà in Italia l’anno prossimo, e di tante altre questioni”.

Lech Wałęsa: “Così nacque Solidarność: dalla parola di Giovanni Paolo II e dal coraggio degli operai polacchi”

40 anni fa a Danzica le autorità comuniste dell’allora Repubblica popolare di Polonia, dal 1945 asservita al regime sovietico, si dovettero arrendere agli operai che in tutto il Paese chiedevano il riconoscimento dei loro diritti civili. Fra questi diritti vi fu la costituzione di un sindacato libero, indipendente e solidale chiamato Solidarność, ma anche il diritto a professare apertamente la propria fede cristiana. A capo degli operai dei cantieri navali di Danzica c'era un semplice elettricista Lech Wałęsa che alcuni anni dopo venne insignito del premio Nobel per la pace (1983) e nel 1990 eletto capo dello Stato (1990-1995). In occasione del quarantennale di Solidarność, il Sir ha chiesto allo statista polacco di condividere le riflessioni riguardanti la lotta per la libertà dei polacchi

Pagina 1 di 12