Chiesa e lotta alla pedofilia: l’esperienza dei Fratelli maristi. Turú: “Perdono per le volte in cui siamo stati occasione di scandalo”

In occasione dell’apertura delle celebrazione per i duecento anni dalla fondazione, il superiore generale dei Fratelli maristi, Emili Turú Rofes, affronta il tema degli abusi sessuali: “I casi che si sono verificati sono per noi motivo di grande sofferenza, in netta contraddizione con la nostra vita e la nostra missione”. In passato, aggiunge, “si riteneva fosse un problema morale” ma “oggi siamo consapevoli che è anche un disturbo psichiatrico nonché un reato nella maggior parte dei Paesi”. Le politiche adottate dall’Istituto per prevenire possibili situazioni di abuso e reagire in maniera immediata. I dati di “One in Four”, secondo i quali un adulto su quattro avrebbe subito una qualche forma di violenza sessuale prima di compiere 18 anni

Chiesa “Giornata per i bambini vittime della violenza”

Momento culminante il primo maggio in piazza San Pietro per il Regina Coeli con il Papa, ma “l’impegno dev’essere quotidiano e coinvolgere tutte le persone di buona volontà, credenti e non credenti”, sottolinea don Fortunato Di Noto, fondatore e animatore dell’associazione Meter, sempre in prima linea nella lotta contro gli orchi che utilizzano le più sofisticate risorse del web per compiere i loro crimini. Molte le adesioni pervenute dai vescovi di ogni parte d’Italia