Non possiamo rimanere prigionieri delle nostre paure

La misericordia a cui il Papa ha richiamato i giovani in occasione di questa Gmg fa riferimento a una delle beatitudini: beati i misericordiosi. Un’opera, dunque. Un mettersi all’opera che ciascuno è chiamato a vivere per poter tirar fuori l’umanità più vera e più bella che ci sia dato di sperimentare

Cardinale Bagnasco: catechesi Gmg, “il male ormai si confonde con il bene”

I giovani marchigiani nella chiesa di Sulkowice provano a capire “come si diventa strumenti di misericordia” con un catechista d’eccezione, il cardinale Angelo Bagnasco.

Alla Gmg di Cracovia le catechesi si fanno a braccio. Botta e risposta tra giovani e vescovi. Nello stile di Francesco

La Gmg degli Italiani, e la novità delle catechesi: niente discorsi scritti, quelli possono restare chiusi nel cassetto o in un file del computer, ma solo risposte a braccio. Distanze azzerate. I giovani chiedono, aprono i loro cuori e i vescovi rispondono. Ieri il primo atto, tantissime domande dei giovani che hanno incalzato i loro pastori sui temi della sofferenza, della giustizia, dell'odio, della violenza, ma anche con i loro sogni e ideali, la voglia di futuro. Oggi il secondo atto. In attesa di continuare una volta tornati a casa. Nello stile di Papa Francesco

Papa Francesco: cerimonia di accoglienza, “la Chiesa oggi vi guarda, il mondo oggi vi guarda, e vuole imparare da voi”. No ai “quietisti”

Parole nutrite di fiducia, quelle del Papa al Parco Blonia: “Quando Gesù tocca il cuore di un giovane, di una giovane, questi sono capaci di azioni veramente grandiose”

Tv2000, la programmazione di oggi venerdì 29 luglio

Speciale palinsesto per la Giornata Mondiale della Gioventù

Francesco saluta la Polonia, “nazione nobile”, dalla “memoria buona” e capace di perdono

Nel suo discorso al presidente Duda e alle autorità, il Papa ricorda San Giovanni Paolo II ed esorta a vincere la “paura”, favorendo l’accoglienza degli immigrati

Papa Francesco: alla Festa degli italiani, “fare ponti umani”

Papa Francesco ha risposto alle domande di alcuni giovani italiani che erano a Monaco nei giorni dell’attentato

Cardinale Bagnasco: ai giovani alla Gmg, “la meta è la salvezza dell’anima”

"Il rischio è quello di credere che per essere felici si debba fare ciò che si vuole; credere che la libertà sia assenza di vincoli e regole, come il giovane della parabola che lascia la casa del padre e si ritrova triste, senza volto”

Dopo Nizza: Cracovia chiama, i giovani rispondono. Alla Gmg nessuna cancellazione

 “La Polonia è sicura. Tutto procede in modo tranquillo e professionale perciò non c’è nessun motivo di preoccupazione”: le parole del ministro dell’Interno polacco, Mariusz Blaszczak, arrivano dopo l'attentato terroristico di Nizza, per rassicurare il Paese, ma anche i circa due milioni di giovani attesi a Cracovia per l’imminente Giornata mondiale della gioventù (26-31 luglio) con Papa Francesco. Predisposte una serie importante di misure di sicurezza: come per il recente Vertice Nato di Varsavia, anche per la Gmg verrà reintrodotto l’alert antiterroristico di primo grado. I giovani non hanno paura e dalla portavoce della Gmg arriva l'annuncio: "Non ci sono cancellazioni e disdette"

Papa Francesco ad Auschwitz: ecco il suo percorso, tra “disumanizzazione” e oasi di speranza

Un viaggio in anteprima nei luoghi della terza giornata di Papa Francesco in Polonia, che inizierà con un percorso silenzioso nella memoria, perché l'orrore di Auschwitz non si ripeta mai più. Sono già 300mila i giovani che visitano il Museo nei giorni della Gmg. A due passi dai campi di sterminio, un Centro di dialogo per ebrei, polacchi e tedeschi. A Hermeze le Missionarie dell'Immacolata-padre Kolbe ospitano giovani dalla Bolivia, dal Brasile e dall'Italia e "sponsorizzano" una mostra su Marian Kolodzej, numero 432 ad Auschwitz. A Birkenau Via Crucis silenziose in attesa della Via Crucis con il Papa

Pagina 1 di 2