Cronaca a Centobuchi, l’incendio del Mirage potrebbe essere doloso

carabinieri_bigMONTEPRANDONE – Aggiornamenti sui fatti di cronaca avvenuti domenica a Centobuchi.

Il trentenne albanese, che si è schiantato a bordo della sua Ford Focus in via dell’industria, si trova attualmente ricoverato al policlinico regionale Torrette di Ancona in rianimazione. Il giovane è stato trasferito in eliambulanza nella serata di domenica quando le sue condizioni si sono fatte preoccupanti. I medici, per il momento, non sciolgono la prognosi ma fanno sapere che le sue condizioni appaiono piuttosto serie. Nel frattempo prosegue alacremente il lavoro d’indagine dei carabinieri di Monteprandone coadiuvati dai colleghi di San Bendetto. Da alcune indiscrezioni sembrerebbe sia stato individuato e convocato l’autista della fantomatica macchina rossa, descritta da più testimoni al fianco dello sfortunato automobilista. Ora non spetta da appurare se tra i da in corso una “sfida” ad alta velocità su strade pubbliche.

Ad una svolta anche le indagine sul rogo dell’ex night club Mirage sviluppatosi domenica sera intono alle 22 sempre a Centobuchi. Quello che di primo acchitto sembrava essere un incendio casuale potrebbe non esserlo. Le forze dell’ordine, infatti, avrebbero scoperto che una delle porte d’accesso risulta essere forzata. Da li eventuali malintenzionati avrebbero potuto accedere alla consolle e far divampare il rogo. Comunque non si tratta di nulla di confermato.

Proseguono, quindi, le indagini degli inquirenti per fare piena luce sui fatti di cronaca.