Grottammare, oggi la “XXII Giornata della memoria e dell’impegno contro le vittime delle mafie”, Don Ciotti: “Le mafie sono forti in una società diseguale, culturalmente depressa”

“Lasciate perdere coloro che dicono che è tutto tempo perso, che le cose non possono cambiare. Dobbiamo non dimenticarci mai che la prima mafia si annida nelle diffidenze, nella superficialità, nel puntare il dito senza fare nulla e girarsi dall’altra parte. Siamo chiamati a fare uno scatto avanti.”