Giornata del 14 maggio: la preghiera unisce a Dio e crea comunione con gli altri

La Giornata di “preghiera, digiuno e carità” del 14 maggio, esprime il desiderio di ogni religione di vivere, nel mondo, la forza del proprio patrimonio umano e spirituale. Tale forza non può mai essere contro gli altri, ma deve costruire una cultura di convivenza e di pace universale. Nella speranza che tante diocesi aderiscano a questo momento comune, auguriamo che il digiuno, l’invocazione a Dio e le opere di carità, rendano possibile quell’armonia nella differenza che Egli ha voluto fin dalle origini del creato, come ci descrive l’inizio della Bibbia. Possano la preghiera, il digiuno e la carità far cessare il male che ci affligge, diffondendo saggezza e speranza per tutti

Migranti e religioni. L’invito alle Chiese cristiane: “Baluardo contro le paure”

Le Chiese cristiane possono camminare fianco a fianco per affrontare i pericoli dell'odio e della xenofobia nei confronti dei migranti. Riflessioni di alto profilo e testimonianze di chi accoglie e viene accolto si sono alternate al convegno "Migranti e religioni" promosso a Roma dall'Ufficio nazionale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso

Donald Trump ricevuto da papa Francesco

Al centro dei colloqui i temi dell’immigrazione, il Medio Oriente e la pace

Repubblica Centrafricana: “Tacciano le armi e prevalga la buona volontà di dialogare”

Prego per i defunti e i feriti e rinnovo il mio appello: tacciano le armi e prevalga la buona volontà di dialogare per dare al Paese pace e sviluppo”, ha detto Francesco

Francesco ai bambini: “La gioia aiuta a salvare il mondo!”

Grande gioia per la comunità parrocchiale di San Pier Damiani, a Casal Bernocchi, nella periferia sud di Roma, per la visita pastorale di papa Francesco, la sua quindicesima in una parrocchia della sua diocesi.

Immigrazione: Fuci, per vera integrazione “ascolto, incontro, dialogo”

Ecco alcuni punti delle “tesi” approvate al termine del 66° congresso nazionale della Fuci (Federazione universitaria cattolica italiana) che si è svolto a Pavia e Vigevano dal 4 al 7 maggio sul tema “Mediterraneo, frontiere di speranza”.

Papa: “Dialogo significa ascoltare, non ‘abbaiare’ contro l’altro”

Nell’Udienza giubilare, Francesco incita i 100mila fedeli presenti al dialogo per “abbattere muri di divisioni e incomprensioni” e creare “ponti di comunicazione”, non rinchiudendosi “nel proprio piccolo mondo”

Papa Francesco riceve il Segretario generale della Nato

Al centro dei colloqui i conflitti in Siria e Medio Oriente, la protezione dei civili, il dialogo negli affari internazionali e i cambiamenti climatici

Gender, rifugiati, scristianizzazione: quattro chiacchiere del Papa con i vescovi della Polonia

Il colloquio integrale del Papa coi presuli polacchi, durante l’incontro “a porte chiuse” nella Cattedrale dei Santi Stanislao e Venceslao

Cristiani e Musulmani pregano insieme nella Messa domenicale

"Noi musulmani del Piceno ribadiamo il carattere indissolubile della vita e respingiamo fermamente ogni forma di violenza fisica e verbale"

Pagina 1 di 2