Il Papa ai cardinali: non nemici, ma fratelli. L’abbraccio delle nuove porpore al Papa emerito

Papa Francesco ha celebrato il suo terzo Concistoro, alla vigilia della chiusura dell’Anno Santo straordinario della misericordia. 17 i nuovi cardinali, che fanno salire a 55 le porpore create in quasi quattro anni di pontificato. Fratelli, non nemici, l’invito ai nuovi membri del Collegio cardinalizio, esortati a scendere nella “pianura” dei loro popoli e ad aprire i loro occhi per curarne le ferite. No al “virus della polarizzazione e dell’inimicizia”, presente anche nella Chiesa. “Dio ha solo figli”, mentre noi “innalziamo muri” e assegniamo lo “status del nemico”. L’abbraccio fraterno tra le “vecchie” e le “nuove” porpore si prolunga nell’abbraccio al Papa emerito, raggiunto in pullman a casa sua dopo il rito

Nuovi Cardinali: 17 berrette rosse per dare “respiro universale” alla Chiesa

Bergoglio riconfigura l’organigramma del Collegio cardinalizio rompendo schemi e tradizioni secolari. Nominati 6 americani, 3 europei, 2 africani, un asiatico e uno dell’Oceania. Il nunzio in Siria Zenari e mons. Corti, ‘braccio destro’ di Martini, gli unici italiani. Spicca il nome dell’albanese Ernest Simoni, perseguitato dal regime comunista