Concluso con successo il Progetto “Co-educare ad essere sé”

La finalità del progetto era quella di valorizzare e incentivare le alleanze educative tra le realtà: famiglia, scuola, enti, parrocchie

FOTO Pellegrinaggio diocesano a Fatima, il racconto della seconda giornata

Questo percorso è stato pensato in chiave spirituale e certamente l’ elemento che colpisce maggiormente il visitatore è la corona della Vergine nella quale è incastonato il proiettile che colpì San Giovanni Paolo II nell’ attentato in piazza San Pietro

Vigilare su idoneità pane e vino per l’Eucaristia

“Per non lasciare dubbi circa la validità della materia eucaristica”, viene suggerito di “dare indicazioni in merito, ad esempio garantendo la materia eucaristica mediante appositi certificati”

Vescovo Bresciani: “Carissimi turisti, benvenuti nella nostra diocesi”

Possiate trovare per il vostro corpo e per il vostro spirito ristoro dalle fatiche di un anno di lavoro, carico delle preoccupazioni che la vita quotidiana ci riserva.

Diocesi, lettera ai sacerdoti

Sono contento di averti conosciuto, fratello e amico sacerdote, e mentre ti chiedo scusa se queste parole possono sembrare un tantino patetiche, chiedo a Dio che ti benedica, che benedica ognuno di noi. Maria ss.ma ci raccolga, chiesa del suo figlio, sotto il suo celeste manto.

Ritiro del clero – Quasi un diario 21 giugno 2017

“Una chiesa in cui ognuno sa che può non nascondere il peccato perché c’è un fratello prete che conosce la discrezione, che sa custodire il segreto, che cerca di vivere autenticamente l’amicizia perché semplicemente è un uomo che sa voler bene”

Diario degli esercizi del clero a Montamonaco, primo giorno

È curioso come Gesù non chiama a realizzare un progetto, a perseguire un obiettivo preciso. Nella chiamata non conta il progetto ma la presenza di Gesù

Post terremoto, Pio sodalizio dei Piceni: concorso straordinario per l’anno 2017/2018

Due bandi riservati a studenti universitari ed a studenti diplomandi colpiti dal sisma e residenti nei Comuni marchigiani insistenti nel cratere del terremoto del 2016.

Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali: Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo

Solo con questo sguardo rinnovato e questa fiducia saremo “capaci di operare – nelle molteplici forme in cui la comunicazione oggi avviene – con la persuasione che è possibile scorgere e illuminare la buona notizia presente nella realtà di ogni storia e nel volto di ogni persona”.