Comece. Card. Marx: “Tornare indietro non si può. L’Europa deve andare avanti e farlo insieme”

“Ritornare ad un mondo chiuso in se stesso, ritornare ai particolarismi, non è possibile. Siamo chiamati ad andare avanti e a farlo insieme”. Parla il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga, presidente della Conferenza episcopale tedesca e della Comece. È a Roma per organizzare con la Santa Sede un Forum di dialogo su “Ripensare l’Europa” che si terrà, nella capitale italiana, dal 27 al 29 ottobre. Prevista la partecipazione di Papa Francesco dove per la quinta volta pronuncerà un discorso “forte” sull’Europa e il suo futuro

La Svezia fa i conti con gli immigrati. Accoglienza, nuove paure e le elezioni in vista

George Joseph, responsabile per il settore migrazioni della Caritas, ricostruisce per il Sir la situazione nel Paese scandinavo, tradizionalmente aperto agli stranieri ma ora proteso – dopo aver aperto le porte a centinaia di migliaia di rifugiati – verso leggi restrittive e tentazioni di chiusura nazionalista e populista. Il ruolo delle comunità religiose, il messaggio lasciato dal Papa durante la sua visita dello scorso anno

Padre Solalinde, il prete dei migranti che sfida i narcos: minacce di morte e una taglia di 1 milione di dollari

Parla padre Alejandro Solalinde, 72 anni, il prete messicano che ha fondato dieci anni fa il centro per migranti “Hermanos en el camino” (“Fratelli sulla strada”) a Ixpetec, nello Stato di Oaxaca, tra i candidati al Nobel per la pace 2017: “Voglio continuare a difendere i migranti nonostante le minacce e nonostante i pericoli”. Il suo centro stima più di 10mila migranti desaparecidos, ma secondo altre fonti sono oltre 70mila. Nel secondo Paese più violento al mondo, con 23mila omicidi l’anno e l’orrore delle fosse comuni clandestine, la sua è una testimonianza coraggiosa