Santa Sede: Dic. Sviluppo Umano Integrale, 28 giugno seminario su giovani e agricoltura

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo umano integrale, la Rappresentanza permanente della Santa Sede presso la Fao, l’Ifad and il Wfp, la Comissione Vaticana Covid- 19, il movimento Economy of Francesco e il Forum di Roma della Ong di Ispirazione Cattolica ospiteranno un Seminario di studio il 28 giugno, sull’azione guidata dai giovani per promuovere la sicurezza alimentare e la rigenerazione dei sistemi agroalimentari. La discussione, spiegano gli organizzatori, “metterà in luce le iniziative intraprese dai gruppi giovanili per garantire cibo sano per tutti e promuovere un futuro prospero e pacifico in cui nessuno venga lasciato indietro. I gruppi e i movimenti giovanili sono caratterizzati da energia, creatività e solidarietà. Di fronte a un presente cupo e incerto, dobbiamo imparare dai giovani. A tal fine è necessario adottare una prospettiva innovativa e giovanile, abbandonare la paura del cambiamento e proporre nuovi percorsi”. Il seminario sottolineerà l’importanza di garantire una formazione e una conoscenza pratica affinché questi gruppi possano effettivamente offrire il loro potenziale e i loro talenti al servizio del bene comune. Infine, una serie di esempi reali mostrerà come i giovani adeguatamente equipaggiati e formati siano “il sale della terra” (Mt 5,13), essenziale per affrontare il presente con speranza e porre le basi per un futuro migliore. Tra i relatori del seminario Maurizio Martina, vice direttore generale della Fao, suor Alessandra Smerilli, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo umano integrale, Laura De Gara, preside della Facoltà di Scienze e Tecnologie per l’Uomo e l’Ambiente – Università Campus Bio Medico (Roma). Numerose le testimonianze, tra cui quella della Fondazione Marista per la solidarietà internazionale (Fmsi), dei Focolari, e di giovani dal Kenya, dalla Palestina, dall’Irlanda, dal Ghana, dal Brasile, dall’Uganda. Il Seminario si terrà in modalità ibrida.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *