A Grottammare la bella iniziativa di Anthony, Fabiana, Francesco e Stefano

Condividi questo articolo sui social o stampalo

GROTTAMMARE – ”La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insieme” – Così recita un noto aforisma dell’indimenticabile compositore e direttore d’orchestra Ezio Bosso. Ed è proprio a questo prezioso precetto che ho pensato quando ho saputo dell’evento nato dalla sinergia di alcuni giovani imprenditori, tra cui Anthony La Grassa e Fabiana Brandi, che hanno organizzato per il prossimo lunedì, 27 giugno, una serata speciale in cui condivideranno cucina, menu e clienti. I giovani, infatti, titolari rispettivamente della Salsamenteria San Giovanni a Grottammare e del Ristorante Nonna Lisa a San Benedetto del Tronto, hanno pensato di unire le loro capacità e specialità per creare un menu prelibato per una serata speciale da regalare ai loro clienti presso il locale della Salsamenteria, all’interno del borgo antico di Grottammare.

Su come sia nata questa collaborazione, Anthony La Grassa, titolare insieme al fratello Francesco e a Stefano Cameli, è molto chiaro: “Riteniamo sia giusto che i giovani inizino a prendere piede sul territorio e quindi io ed i miei soci abbiamo deciso di collaborare con questa giovane imprenditrice locale che si sta dando molto da fare per riportare sulla tavola quei gusti e quei sapori che sanno di tradizione e di famiglia: la sua pasta fatta in casa è, infatti, un prodotto che viene ordinato principalmente dalle famiglie e in special modo dai bambini. Noi con lei abbiamo ultimato il nostro menu in modo tale da dare a chi viene a trovarci un ventaglio di sapori completo. Il numero di prenotazioni che abbiamo ricevuto ci dicono che abbiamo fatto proprio bene!”

Anche Fabiana Brandi è dello stesso avviso: “La nostra esperienza, che per ora è più che positiva, si basa sulla collaborazione tra due giovanissime attività che condividono valori ed intenti. Questo ci riempie di orgoglio, perché non sempre è facile trovare uno spirito di cooperazione tra imprenditori dello stesso territorio. Noi fortunatamente siamo riusciti a trovare un equilibrio e ad esserci reciprocamente utili. Questo è un vantaggio prima di tutto per noi come persone, perché il confronto ci fa crescere e migliorare; è poi un vantaggio per le nostre imprese, che in questo modo si danno maggiori opportunità di scambio professionale e di clientela; è infine un vantaggio anche per il territorio che può beneficiare di una sinergia che aiuta il turismo ed il commercio. Infatti, quello che rende un territorio seducente agli occhi di chi lo vive, è sì il suo patrimonio naturale ed architettonico, come avviene qui al Borgo antico di Grottammare, ma anche e soprattutto il fatto di offrire dei servizi a chi vi risiede o vi viene a trascorrere le vacanze. Fare un’attività imprenditoriale, dando un servizio, per giunta anche di qualità, è il primo passo per rendere un luogo altamente attrattivo.”

Il menu della serata sarà molto ricco, stando a quanto affermato dai due giovani: “Partiremo con il tagliere San Giovanni, un assaggio di salumi e formaggi del territorio, una specialità della nostra Salsamenteria. Proseguiremo poi con un primo sfizioso e gustoso, il tortello ricotta e limone, un piatto che coniuga la necessità del colore con l’esigenza di avere un prodotto tipico dal ripieno molto classico: l’impasto, infatti, è al concentrato di pomodoro e pertanto è di colore rosso, ma al suo interno contiene ricotta di mucca e limone. Questa è una specialità del Laboratorio Nonna Lisa. Infine porteremo in tavola il gusto classico e genuino delle polpette di carne al sugo che saranno la gioia sia dei grandi che dei piccini. I nostri piatti, colorati e gustosi, infatti, si rifanno alla tradizione culinaria locale e, al tmepo stesso, sono gradevoli alla vista, quindi particolarmente apprezzati anche dai bambini.”

La scelta dei prodotti è fondamentale – dichiara Fabiana Brandi – e per tale ragione è stata ben studiata. I prodotti devono essere prima di tutto freschi. La ricotta, ad esempio, viene presa da “Vito il Pugliese”, una garanzia in tal senso! Inoltre le nostre materie prime devono essere anche di qualità. Pertanto, se decidiamo di inserire un pecorino sardo, sarà sicuramente sardo e non un’imitazione! In ogni caso cerchiamo di prediligere prodotti locali, in quanto il nostro territorio è ricco di eccellenze. Ad esempio, anche per quanto riguarda le bevande, i nostri piatti saranno accompagnati da un calice di vino della Tenuta Santori, una garanzia in campo enologico.”

“A proposito di questo, – aggiunge Anthony La Grassavoglio spendere due parole di stima e gratitudine nei confronti di Marco Santori, visto che è stato uno dei primi imprenditori locali a supportarci e a darci consigli. Apprezziamo molto la collaborazione con la sua cantina e lo ringraziamo per la disponibilità e la generosità con cui si è messo in gioco e ci ha donato alcune competenze. Marco è un imprenditore che ha già ottenuto il successo ed abbiamo considerato il suo spendersi al nostro fianco come un atto di generosità nei confronti di due giovani che vogliono intraprendere una nuova attività. Avendo anch’egli iniziato da giovane, forse comprende le difficoltà di una start up e probabilmente ci ha dato una mano perché scommette sulle nostre capacità: questo per noi è un orgoglio e anche una responsabilità.”

Per tutti coloro che purtroppo non potranno assaggiare i prelibati piatti comodamente seduti all’interno della Salsamenteria, i due giovani hanno pensato ad un’alternativa: “Sarà possibile acquistare la nostra pasta in delle porzioni take away che, vista la fortunata ubicazione del locale, possono essere consumate tra i vicoli panoramici della zona alta di Grottammare che permettono di avere una cornice magica a chiunque visiti il Borgo. Per coloro che, invece, hanno prenotato per tempo, prepareremo tavoli non troppo numerosi, di sei/otto persone ciascuno, così da stimolare il dialogo tra le persone ed aiutare a vivere un’atmosfera intima, in famiglia o con gli amici, in un clima di rilassatezza, genuinità ed autenticità.”

Ci piace molto questa collaborazione tra giovani: – concludono i due imprenditori – abbiamo, più o meno, la stessa età, ci aiutiamo, ci supportiamo e ci incitiamo a vicenda. E, a proposito di giovani, vogliamo ringraziare i nostri commercialisti: Alessandro Carboni, Andrea Todisco e il consulente aziendale Marco Fazzi, che non si sono limitati a darci indicazioni riguardanti l’aspetto pratico e burocratico, ma ci hanno anche consigliato su quale settore investire ed hanno creduto in noi fin dall’inizio, indicandoci anche la strada per ottenere finanziamenti regionali ed europei.”

Due eccellenze culinarie del territorio che si incontrano per dare vita ad una serata speciale ed esclusiva.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *