FOTO Acquaviva Picena, , “La Koreutica” omaggia la figura della donna

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – Domenica 5 giugno presso il Palariviera di San Benedetto del Tronto le allieve della scuola di danza “La Koreutica” di Acquaviva Picena, a coronamento di tanto lavoro e tanti sacrifici, sono salite sul palco deliziando il pubblico presente con delle bellissime coreografie originali accompagnate da brani classici e contemporanei. La scuola di danza La Koreutica della dott.ssa Maria Luigia Neroni, è affiliata al CONI e alla Federazione Italiana Danza Sportiva; la scuola da venti anni si propone di coniugare ottima preparazione e temi sociali di significativa rilevanza, quest’anno lo spettacolo CAleiDOSCOPIO intende omaggiare la figura femminile, sul grande schermo sono apparse le immagini di moltissime donne che in vari ambiti hanno dato il loro contributo, una delle tante Carla Fracci; molto toccante… il momento in cui sono state ricordate le figure di giornaliste che hanno messo la propria vita a rischio per raggiungere la verità.
La donna racchiude in sé tanti colori e tante forme proprio come un caleidoscopio, La Koreutica ha così riassunto lo spettacolo: “ La donna è un mondo di contrasti, di sfumature e diversità che è necessario accettare positivamente, abbattendo gli stereotipi fisici e di genere comprendendo che essere donna è un’opportunità più che un limite. Un racconto forte ed emozionante che vuole ispirare le donne e rafforzare il proprio ruolo in famiglia, nel mondo del lavoro e nella società”.
Lo spettacolo CAleiDOSCOPIO è riuscito a far viaggiare con la fantasia il pubblico in sala e a regalare per circa due ore un viaggio parallelo alla realtà immerso nella danza e nella musica, a far riflettere sulla figura femminile e a far capire che la danza è per tutti, donne, uomini, bambini, adulti e anziani.
Un ringraziamento ai collaboratori, ai cantanti, agli attori, agli sponsor, al presidente Andrea Infriccioli e a Luca Sestili per la conduzione.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *