San Benedetto, sabato 14 maggio porte aperte alla Caritas Diocesana – Il programma

Condividi questo articolo sui social o stampalo

DIOCESI – Sabato 14 maggio, dalle ore 9:30 alle ore 12:30, la Caritas Diocesana di San Benedetto del Tronto è lieta di accogliere tutti coloro che vorranno visitare la struttura e conoscere i servizi offerti attraverso un percorso che coinvolge tutti e cinque i sensi: musica, immagini, arte, cucina. Porte aperte dunque per scoprire la grande bellezza che c’è alla Caritas: non a caso il titolo dell’incontro è “Quale bellezza salverà il mondo?”, un quesito che è sì riferita all’evento organizzato, ma è anche un interrogativo che ognuno di noi dovrebbe porsi nella propria vita. Un appuntamento rivolto sia ai membri delle varie Caritas parrocchiali sia alle singole persone che potranno toccare con mano l’importanza sociale e il valore umano della Caritas.

L’incontro è stato organizzato nei minimi dettagli. A ciascun visitatore sarà consegnata all’ingresso una mappa per orientarsi all’interno della struttura e poter così trovare agevolmente i punti in cui saranno presenti le attività. Durante la mattina verranno spiegati i servizi offerti dalla Caritas, come ad esempio il centro ascolto, il servizio vestiario e viveri, tutti con un’attività inerente.
Ogni stand sarà contraddistinto da un’immagine che ritrae il “senso” preso in considerazione: ci saranno perciò la zona udito, la zona tatto, la zona olfatto, la zona vista e la zona gusto.
Molteplici le attività previste per i visitatori: potranno ascoltare la musica ed assistere ad una piccola performance teatrale; inoltre potranno assaggiare un caffè, un aperitivo ed alcune erbe aromatiche; infine potranno visitare l’esposizione delle tele che i ragazzi ospiti della Caritas Diocesana hanno realizzato durante i laboratori di pittura tenuti, da due anni a questa parte, dal maestro Patrizio Moscardelli. Nell’occasione sarà possibile anche acquistare le opere pittoriche esposte. Ma per i visitatori le sorprese non terminano qui: sul muro esterno della Sala Polivalente, infatti, verrà allestito un pannello bianco e saranno messi a disposizione degli ospiti tempere, pennarelli e penne, così da dare la possibilità ai visitatori di liberare la fantasia e lasciare un “segno”.

Don Gianni Croci, direttore della Caritas Diocesana, invita tutti quanti avranno la gioia di conoscere questa realtà diocesana: “Abbiamo pensato di aprire a tutti le porte della Caritas Diocesana nella a tutti. Non perché cerchiamo visibilità: non è questo lo stile di Dio, né può essere lo stile della Chiesa. Bensì perché, dopo momenti in cui siamo stati costretti a chiuderci, momenti in cui abbiamo dovuto vivere le relazioni in maniera un po’ particolare, ci sembrava bello incontrarci e guardarci negli occhi. Sarà bello anche e soprattutto proporre la vocazione al volontariato e al servizio che non può non caratterizzare la vita del cristiano. La tematica scelta sarà: “Quale bellezza salverà il mondo?” e, attraverso i cinque sensi, faremo dei percorsi guidati. Io credo che sarà un momento bello, simpatico e soprattutto fraterno da vivere insieme. Vi aspettiamo tutti e vi chiediamo di passare la voce. Concluderemo poi la mattinata con un brevissimo momento di preghiera. Siamo contenti di accogliervi e di poterci vedere e rivedere, anche perché così ci sentiamo veramente una Chiesa sinodale, cioè una Chiesa che cammina insieme e cerca insieme di vivere la bellezza della fraternità e dell’attenzione verso tutti, soprattutto verso chi spesso è messo troppo da parte. Grazie.”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

1 commento

  • Arnaldo     14 maggio 2022 alle 11:14     Permalink

    Bella iniziativa. Un caro saluto a tutti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *