Papa Francesco: il 23 gennaio celebra la messa per la Domenica della Parola di Dio e conferisce lettorato, accolitato e ministero del catechista anche a laici

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Il Papa celebrerà domenica prossima, alle 9.30, nella basilica di San Pietro, la messa per la Domenica della Parola di Dio, da lui istituita il 30 settembre 2019. Con lo scopo di “ravvivare la responsabilità che i credenti hanno nella conoscenza della Sacra Scrittura e nel mantenerla viva attraverso un’opera di permanente trasmissione e comprensione”, rende noto il Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, il Santo Padre regalerà ai presenti un volume contenente un commento dei Padri della Chiesa sui capitoli 4 e 5 del Vangelo di Luca, edito dalle Edizioni San Paolo. Durante la celebrazione, per la prima volta sarà conferito il ministero del lettorato e dell’accolitato anche alle donne e agli uomini laici, come disposto dal Papa nella lettera apostolica in forma di Motu proprio “Spiritus Domini”.  Il Santo Padre compirà, infine, il rito mediante il quale verrà conferito il ministero di catechista ai fedeli laici, donne e uomini, già istituito attraverso la pubblicazione della Lettera apostolica in forma di Motu Proprio “Antiquum Ministerium”, il 10 maggio scorso. Domenica riceveranno il ministero del lettorato alcuni fedeli, laici e laiche, in rappresentanza del popolo di Dio, provenienti da Corea del Sud, Pakistan, Ghana e da varie parti dell’Italia. Saranno presenti, poi, per ricevere il ministero di catechista, due laici provenienti dal Vicariato apostolico di Yurimaguas (Perù), in Amazzonia; due fedeli dal Brasile che già si occupano della formazione dei catechisti; una donna proveniente da Kumasi, in Ghana; il presidente del Centro Oratori Romani, fondato dal catechista Arnaldo Canepa, che dedicò più di quaranta anni della sua esistenza alla fondazione e direzione di Oratori per ragazzi, di cui il primo nel 1945; un laico e una laica provenienti rispettivamente da Łódź e Madrid. Per motivi legati alle difficoltà a viaggiare causate dalle restrizioni sanitarie attualmente vigenti, è venuta meno la presenza di due fedeli provenienti dalla Repubblica Democratica del Congo e dall’Uganda.
L’evento sarà ripreso in diretta televisiva da Vatican Media e sarà trasmesso, in streaming, sul portale di Vatican News (vaticannews.va) e in diretta dalle principali emittenti televisive del mondo. In Italia, fra gli altri, da Rai Uno e Tv2000. Il Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione ha messo a disposizione un sussidio liturgico-pastorale utile per vivere la Parola di Dio in comunità, in famiglia e personalmente.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *