Grottammare, presentato il calendario per il quinto centenario della nascita di Sisto V

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – Mercoledì 3 novembre il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, in videoconferenza ha presentato il calendario invernale relativo ai festeggiamenti in onore del quinto centenario della nascita di papa Sisto V.

Il sindaco Piergallini ha iniziato dicendo: “Presentiamo oggi il calendario invernale per celebrare cinquecento anni dalla nascita di Sisto V.
In questo anno, possiamo chiamarlo “sistino”, ci siamo concentrati soprattutto su spettacoli dal vivo utilizzando diversi linguaggi: musica, prosa, fumetti, conferenze e altro.

Sisto V è stato un pontefice particolare, era di umili origini, ma poi con caparbietà è riuscito ad arrivare al soglio pontificio. Noi vogliamo farlo conoscere all’intera regione Marche, a tutta l’Italia, ma ci proponiamo di farlo conoscere soprattutto ai ragazzi, chissà se nella figura di Sisto V possano trovare un esempio per credere in sé stessi, per scommettere su sé stessi e quindi raggiungere grandi obiettivi. La realizzazione di questo calendario è stata possibile anche grazie allo sforzo economico della Regione Marche, un prezioso contributo per celebrare in maniera degna un grande papa come Sisto V.
I Comuni di Grottammare e Montalto Marche hanno lavorato insieme per stilare un calendario così ricco di eventi, che spaziano in ogni campo: ci sono concerti, letture di testi, spettacoli teatrali, mostre e persino un ottimo fumetto. Anni fa era nata una rivalità tra i due Comuni per via della provenienza di Sisto V, ora invece la principale preoccupazione è quella di rendere questi festeggiamenti così completi e interessanti dei quali lo stesso Sisto V possa essere fiero.

Sisto V si è occupato di vari temi della sua epoca, l’ha caratterizzata attraverso i suoi interventi, si è ritrovato a combattere la piaga del brigantaggio per esempio, è stato un papa molto legato alla musica, ma molti sono gli elementi di cui tratteremo. Sisto V è stato un grande papa, un grande capo di Stato che ha segnato la sua epoca. Agli eventi saranno presenti ospiti illustri e di fama mondiale, il 7 novembre si partirà con una conferenza concerto con la presenza del presidente dell’Accademia di santa Cecilia, della quale Sisto V è considerato fondatore, Michele Dell’Ongaro”. Daniel Matricardi, sindaco di Montalto Marche ha detto: “Io sono molto felice di aver collaborato insieme al Comune di Grottammare e lo ringrazio, ringrazio per la collaborazione anche la Diocesi e il vescovo e la Regione Marche. Quest’anno siamo stati presenti anche al Salone del Libro. Tra i tanti eventi ricordo la mostra che sarà inaugurata al Palazzo Paradisi di Montalto Marche, una parte della mostra sarà visibile a Grottammare. La mostra riguarderà anche un altro grottammarese: Pericle Fazzini”.

Paola Di Girolami, direttrice dei Musei Sistini del Piceno ha detto: “La collaborazione per la realizzazione di questo calendario è un segno di vicinanza, questa unione di forze è un buon percorso anche per noi stessi. Dopo le numerose iniziative estive  ci prepariamo a vivere tanti eventi invernali che inizieranno nel 2021 e si protrarranno per buona parte del 2022. Ci saranno visite nei luoghi dove ci sono tracce di Sisto V nel Piceno anche per le scolaresche. Sono previste molte mostre; approfitto per dire che il restauro del paramento rosso di Sisto V per me ha rappresentato una tappa molto importante”.

Marco Concetti presidente della Corale Sisto V ha detto: “La Corale ripropone il fiore all’occhiello che è il “Concerto di Natale”, ci saranno canti, strumenti e solisti, sarà un format speciale questa volta perché vedrà l’alternarsi di pezzi musicali alla lettura di poesie. Le poesie sono quelle di Mario Petrelli, grottammarese scomparso pochi mesi fa. In questo modo celebreremo il poeta e ricorderemo la figura di Sisto V del quale portiamo il nome come Corale”.

Hanno partecipato alla videoconferenza anche Rita Virgili della Gioventù musicale d’Italia, Reno Cicchi dei musei di Grottammare, AMAT.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *