Cupra Marittima, inaugurazione Casa Museo Nazzareno Tomassetti

Condividi questo articolo sui social o stampalo

CUPRA MARITTIMA – A Cupra Marittima s’inaugura la Casa Museo M° Nazzareno Tomassetti, nel suo centenario, il 10 Ottobre 2021, al Cinema Margherita di Cupra Marittima alle ore 10.30, con una lettura teatrale di “Nazzareno Artista e Uomo” testo e sceneggiatura Greta De Berardinis,  interpretata dagli attori Marco Marcelli e Francesco Aceti. Organizzazione dell’Evento Arca dei Folli-Commenda Sant’Emidio CiKP in collaborazione e Patrocinio del Comune di Cupra Marittima-

La cerimonia si aprirà con il saluto dell’assessore alla Cultura Daniela Luciani, con l’ intervento del presidente dell’Arca dei folli il figlio Danilo Tomassetti, e dei maestri dell’Arte Annunzia Fumagalli e Antonella Spinelli.

Madrina della serata sarà la moglie del Maestro Anna Spina  assieme alla pronipote Alice Calabrò e  i figli Andrea, Beatrice e Luca.

Seguirà la presentazione della Casa Museo con i ricordi di chi conobbe il maestro.

La dott.ssa Stefania Pieralice e il filosofo dell’Arte conte prof. Daniele Radini Tedeschi fondatori della Start Gruop organizzatrice della Triennale di Roma e Padiglioni della Biennale di Venezia, che hanno notevolmente contribuito a far conoscere il maestro nei grandi palcoscenici artistici, invieranno in  loro rappresentanza  il critico Dott. Simone Incagnoli, redattore dell’Atlante d’Arte Contemporanea DeAgostini.

A rappresentanza dei Cavalieri di Pace di Malta Assisi del CiKP ci sarà il Gran Cancelliere il prof. M° Giorgio Cegna, Direttore della Pusa University, già direttore dell’Accademia di Belle Arti Macerata e della prima cattedra di Decorazione di Roma, fondatore dell’Accademia di Beirut ecc. Oltre al Gran Priore delle Marche Giuseppe Benigni.

Il Museo nasce come tributo ad un uomo e artista che spese se stesso e  tutta la vita a donare emozione. Nasce grazie alla donazione del sito museale da parte del M° Annunzia Fumagalli attraverso il lascito della sua adorata mamma Giovanna Rimoldi. Nasce dall’impegno del figlio Danilo che sempre ha creduto nel  talento paterno, promuovendo l’arte di Nazzareno nel mondo.

Nasce nella sua Cupra per l’amore che lo legava al suo paese. Nasce per far raccontare una persona eccezionale che rese il suo cammino un faro di luce e un esempio di Vita ed Arte.

Il Museo sarà un luogo esteso all’intero territorio di Cupra, dove sono esposte in vari vie e nel Municipio, una dozzina di opere monumentali del Maestro. Il Museo è il luogo spirituale dell’opera di Nazzareno che sarà diffuso in ambito Nazionale ed Internazionale, in mostre e siti che vorranno accogliere il messaggio del Maestro  cuprense.

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *