Pakistan: Governo riconosce i servizi straordinari delle scuole cattoliche

Condividi questo articolo sui social o stampalo

“In questa epoca, educare gli altri è l’atto più virtuoso. Conosciamo le sfide che le scuole cattoliche e gli insegnanti stanno affrontando, riconosciamo il vostro ingegno, gli sforzi straordinari e il duro lavoro per i nostri studenti. Vi rendiamo omaggio per i grandi servizi per il contributo dato allo sviluppo della nazione nella nostra Provincia del Sindh. Le Scuole Missionarie sono la spina dorsale della conoscenza e della cultura nel nostro Paese, impartiscono un’istruzione di qualità e olistica a un prezzo accessibile”: è quanto ha affermato Syed Sardar Ali Shah, Ministro provinciale dell’Istruzione nella Provincia pakistana del Sindh, in un incontro con i presidi e gli insegnanti delle scuole cattoliche tenutosi nei giorni scorsi a Karachi. Come riferito da Fides, Ali Shah ha affermato: “Questo riconoscimento per i vostri eccezionali servizi parte da un passato lontano. Voi contribuite all’istruzione del popolo da più di 160 anni, molto prima della nascita del Pakistan e della nascita dei fondatori del nostro Paese. Non è facile gestire scuole senza il sostegno del Governo. Apprezziamo la vostra opera che continuare senza alcun sostegno finanziario del governo”. Il Ministro ha poi concluso: “Visiterò le vostre scuole in particolare quelle che sono state annunciate come edifici storici per affrontare e risolvere i problemi esistenti. Faremo del nostro meglio per restaurare gli edifici di valore storico”. L’evento, co-organizzato dal Ministero per l’Istruzione e dell’associazione degli Scout di Karachi, intendeva rendere omaggio ai presidi, agli insegnanti e ai membri del personale delle istituzioni educative missionarie, per il loro impegno esemplare nel garantire istruzione ai giovani del Pakistan.ì Erano presenti anche sacerdoti, suore e fedeli della provincia del Sindh. Uno speciale riconoscimento è stato consegnato al preside e al personale della “St. Joseph’s Convent School” di Karachi per il servizio nel campo dell’istruzione offerto a partire dal 1862. Secondo le statistiche del ministero, nella provincia del Sindh sono attive 116 scuole cattoliche di ogni ordine e grado: 60 sono a Karachi e 56 nelle altre città e paesi della provincia. Vi sono iscritti 56.242 studenti (molti dei quali musulmani) e 5.618 insegnanti vi lavorano con zelo e dedizione. Da queste istituzioni sono usciti eminenti accademici, politici, medici, ingegneri, intellettuali, scrittori, poeti e artisti.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *