Parco dell’Amicizia, nasce un nuovo spazio verde urbano con giochi per bambini

Condividi questo articolo sui social o stampalo

MONTEPRANDONE – Aprirà domenica 29 agosto, alle ore 17:30, in via della Liberazione a Centobuchi di Monteprandone il nuovo Parco dell’Amicizia. Si tratta di ben 1560 mq di verde pubblico recintato e attrezzato con giochi per bambini conformi, realizzati con materiali rinnovabili, ecologici e durevoli, certificati per la riduzione della produzione di Co2.

L’area è suddivisa in ambienti, dedicati alle quattro abilità motorie di base: area della manualità, della mobilità, dell’equilibrio e del gioco simbolico. Diverse le tipologie di gioco presenti: molle inclusive, altalene, bilico, giochi combinati con scivoli a tubo e aperti per i più grandi e un’area ludica a misura dei bimbi più piccoli.

Sotto tutte le attrezzature ludiche è stato posizionato un tappeto anti trauma in gomma colata per una maggiore sicurezza di chi ne fruisce, come previsto dalla normativa vigente. Nell’area verde sono state installate panchine destinate al relax ed alla conversazione, cestini per i rifiuti, rastrelliere per biciclette e piantumate essenze arboree ed arbustive. Il parco è dotato anche di un impianto di filodiffusione e di telecamere di videosorveglianza.

Il progetto è stato redatto dall’arch. Jlenia Allevi (progettista) e dall’arch. Fabio Gaspari (coordinatore sicurezza). I lavori sono stati realizzati dalla ditta Almacis di Pescara.

Il Parco dell’Amicizia è il primo dei quattro nuovi spazi verdi in corso di realizzazione a Centobuchi compresi nell’ambito del più ampio progetto “Interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”, finanziato con 1.900.000 euro dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, provenienti dal “Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”.

Il progetto riguarda lo sviluppo di servizi sociali ed educativi attivi come gli sportelli Spazio Ascolto Donne, Impresa Giovani, Immigrati, Energia e il servizio Dopo Scuola e la realizzazione di lavori di riqualificazione urbanistica, infrastrutturale, ambientale, paesaggistica di alcune aree urbane di Centobuchi ricadenti lungo la SS4 Salaria nel tratto compreso tra via Fosso Nuovo (ad ovest) e via Gramsci (ad est), viale De Gasperi e il quadrilatero compreso tra le vie della Liberazione, Primo Maggio, Gramsci e appunto la Salaria.

Ricordiamo che il progetto del Comune di Monteprandone è stato ammesso a finanziamento, classificandosi 14esimo su 853 progetti presentati. Solo 451 sono stati ammessi a finanziamento, 46 finanziati dal fondo per l’attuazione del “Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”. Nelle Marche solo sei sono i progetti finanziati.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *