Sant’Egidio alla Vibrata celebra la Giornata per la Custodia del Creato

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Sant’Egidio alla Vibrata, “Aspettando il Santo Patrono” un cartellone nutrito di iniziative: sei giorni di sagra degli gnocchi, dopo il lungo lockdown, ha visto le contrade unite nel servire gnocchi dai sughi raffinati, formaggio fritto, arrosti ecc.
Domani proseguirà con la rassegna di musica e cultura organizzata dal Comune di Sant’Egidio alla Vibrata e dalla Parrocchia di Sant’Egidio Abate in attesa di festeggiare il Santo Patrono della città.
Stasera, in collaborazione con l’ufficio diocesano della pastorale del lavoro si celebra intanto la Giornata per la Custodia del Creato in particolare, alle ore 21:15, presso piazza Europa, si celebrerà la 16° Giornata Nazionale per la Custodia del Creato dal titolo “Camminare in una vita nuova“. Si parlerà di “transizione ecologica per la cura della vita”; si racconteranno esperienze di buone pratiche nel lavoro, nell’agricoltura e nell’associazionismo l’Agave, che si prende cura della Vita; verrà inoltre presentato il Messaggio della CEI per la Giornata del Creato. Viste le tematiche affrontate, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
Tra gli appuntamenti dei prossimi giorni, ricordiamo alcuni eventi:
– il “5° Palio di Sant’Egidio – Ragazzi in Fiera”, che si terrà Martedì 31 Agosto;
– la Santa Messa presieduta dal Vescovo Carlo Bresciani, che verrà celebrata Mercoledì 1 Settembre a cui farà seguito la processione;
– i festeggiamenti culmineranno, per un paese di circa 10.000 abitanti come Sant’Egidio alla Vibrata, multietnico e multi religioso con molti albanesi, marocchini, tunisini, con la lettura del documento di Abudabi sulla “fratellanza umana per la pace e la convivenza comune”, in doppia lingua, arabo ed italiano, con la partecipazione dell’Imam Mustafa Batzami che si terrà Giovedì 2 Settembre.
Tutti gli eventi, con i relativi luoghi ed orari, sono riportati in dettaglio nella locandina sottostante.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *