VIDEO Ripatransone, Don Nicola e il Sindaco Lucciarini fra i protagonisti di “Borghi d’Italia” su TV2000

Condividi questo articolo sui social o stampalo

RIPATRANSONE – Sabato 13 marzo (e domenica 14 in replica) la Città di Ripatransone è stata protagonista di una puntata esclusiva di “Borghi d’Italia”, la trasmissione di TV2000 dedicata alla scoperta del Bel Paese. Nel corso del programma è stato presentato il patrimonio culturale, artistico, paesaggistico ed enogastronomico del Belvedere del Piceno attraverso le testimonianze dei protagonisti della vita cittadina.

La puntata si è aperta con la presentazione della cittadina picena da parte del Sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi. Il Primo Cittadino con dovizia di particolari ha illustrato le poliedriche bellezze del territorio, spiegando l’origine del nome della città, rendendo omaggio ai luoghi più significativi e illustrando quello che sicuramente è uno dei momenti più sentiti dall’intera città, ovvero la manifestazione legata al Cavallo di Fuoco.

Ha preso poi la parola il parroco don Nicola Spinozzi che ha descritto la comunità cristiana di Ripatransone in termini molto entusiastici, in quanto accogliente e molto legata alle tradizioni di fede e di pietà che da secoli si rinnovano. Don Nicola ha poi parlato di papa Gregrio Magno, a cui la    Concattedrale di Ripatransone è dedicata e alla figure di Santa Maria Maddalena e San Rocco, rispettivamente Patrona e Copatrono della Città. Immancabile il riferimento alla realtà delle confraternite, anima della vita religiosa nella città picena. Don Nicola ha concluso parlando della bellezza del Santuario della Madonna di San Giovanni, luogo di preghiera e di riferimento per tantissimi ripani, e del Museo Diocesano, scrigno di tesori che attestano la fede viva di un popolo.

Si è trattato, come è facile immaginare, di un’occasione molto importante di promozione turistica in virtù della visibilità su scala nazionale e speriamo che anche questo possa contribuire alla ripresa che tutti auspichiamo al più presto per il nostro territorio.

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *